Minorenne deferito all’Autorità Giudiziaria

Carabinieri di Piombino
Indagato il responsabile del danneggiamento del pulmino della squadra di basket ” Fulgor Fidenza”
In data odierna, ( 2 marzo ndr ) a seguito degli accertamenti condotti dai militari della Stazione
Carabinieri di Piombino, unitamente all’Aliquota Radiomobile del N.O.R.M. di questa Compagnia, anche tramite l’analisi tecnica delle immagini estrapolate dal sistema di
videosorveglianza del Comune, la Procura della Repubblica c/o il Tribunale per i Minorenni di Firenze indagava il ragazzo resosi responsabile, la sera del 25 febbraio u.s., degli atti di vandalismo e violenza, culminati nel danneggiamento del pulmino di proprietà della società sportiva di basket “Fulgor” di Fidenza (PR).
Gli eventi risalgono alla sera di venerdì scorso, tra le ore 22:10 e le 22:40, quando il ragazzo, a passeggio in Corso Italia, si imbatteva con gli atleti della squadra di basket “Orange One” di Bassano del Grappa (VI), con i quali, per futili motivi, non riconducibili a questioni sportive, unitamente ad altri coetanei, aveva un diverbio e, al termine del quale, i giovani atleti venivano minacciati, con bastoni di legno e una sbarra di ferro, e costretti a rincasare all’interno dell’Hotel Centrale, ove alloggiavano, in piazza Giuseppe Verdi.
Non pago delle minacce, il minorenne, a capo del gruppetto di giovani, li seguiva fino all’albergo e, dopo averli intimato, offendendoli, di scendere in strada, vistosi nell’impossibilità di mettere in pratica i suoi intendimenti nei confronti dei giovani atleti, che opportunamente venivano condotti all’interno delle camere dai propri responsabili, sfociava la propria frustrazione, scagliandosi sul pulmino Citroen Jumper della società sportiva di basket “Fulgor” di Fidenza (PR), danneggiandolo gravemente, ritenendo quel veicolo in uso agli atleti con cui aveva avuto in precedenza il diverbio.
Per questi motivi, il ragazzo minorenne veniva deferito in stato di libertà per i reati di minaccia e danneggiamento aggravati alla competente Autorità Giudiziaria, la quale, concordando pienamente con le attività investigative condotte nell’immediatezza dai militari di questa Compagnia, che dimostravano inequivocabilmente le responsabilità in capo al giovane, concludeva repentinamente le indagini preliminari, indagando il colpevole degli accadimenti di quella notte.