Fiera turistica internazionale a Livorno

Fiera internazione del turismo Buy Tuscany e Sharing Tuscany per la prima volta a Livorno

La quattordicesima edizione di Buy Tuscany e Sharing Tuscany si tiene per la prima volta a Livorno nella cornice del Terminal Crociere. L’importante fiera turistica nazionale e internazionale ha aperto i battenti ieri e si concluderà questa sera, organizzata da Toscana Promozione Turistica , con la collaborazione del Comune di Livorno e di numerosi partners:

i Comuni di Collesalvetti e Capraia, la Cooperativa Itinera, Fondazione Lem, Fondazione Goldoni, Conservatorio Mascagni, Società Eventi Italia, le associazioni di categoria.

Questa mattina la presentazione ufficiale alla stampa locale, alla quale hanno partecipato il sindaco Luca Salvetti, l’assessore al Commercio e Turismo Rocco Garufo, il direttore di Toscana Promozione Francesco Tapinassi e Claudia Pavoletti membro del Cda della Fondazione Lem.

Il direttore Tapinassi ha fatto gli onori di casa e passato subito la parola al sindaco Salvetti che ha spiegato che “Livorno è una città diversa dal resto della Toscana, da sempre considerata città di frontiera, attraversata solo per spostarsi da una parte all’altra. Negli ultimi tre anni abbiamo deciso di cambiare il ruolo della città e dell’intero territorio in modo da ritagliarci uno spazio significativo. In questo senso abbiamo iniziato a lavorare sugli eventi (la scorsa estate hanno superato i 500). La fiera turistica di oggi e domani segna la chiusura di un cerchio di lavoro fatto negli ultimi tre mesi, con la consapevolezza che la strada intrapresa è quella giusta per riportare Livorno e questo territorio al centro di un ragionamento e complessivamente permettere alla nostra regione di continuare ad essere una locomotiva turistica”.

L’assessore al Turismo e Commercio Rocco Garufo dopo i ringraziamenti ha aggiunto che “il lavoro svolto dall’ufficio Turismo del Comune di Livorno in collaborazione con Toscana Promozione ci ha permesso di recuperare tanto terreno che negli anni passati si era perso. A questo proposito il primo passo dell’Amministrazione è stata la costituzione dell’Ambito Turistico che ci ha permesso di attivare i finanziamenti di Toscana Promozione, proprio per la costituzione dell’Ambito e del suo consolidamento. Livorno può diventare appetibile per il turismo sia nazionale che estero, per le sue tante caratteristiche legate alle tradizioni, al mare, all’enogastronomia e anche per non essere presa d’assalto dal turismo di massa. Noi lavoreremo affinchè Livorno e tutto il suo territorio acquisiscano il valore che meritano”.

Claudia Pavoletti ha specificato che eventi come il Buy Tuscany servono a valorizzare il nostro territorio aggiungendo che Livorno è stata definita “La Toscana dai molti aspetti” con un valore attrattivo molto forte.

Antonella Vito assessore al Turismo di Capraia Isola, non presente all’evento, ha inviato un messaggio di ringraziamento: “Come Comune di Capraia ringraziamo Toscana Promozione Turistica per aver creduto nelle potenzialità del nostro Ambito turistico, in particolare la nostra isola è stata oggetto di molto gradimento da parte degli operatori internazionali, essendo il nostro post tour andato esaurito quasi subito. Questa fiera sarà dunque l’occasione per noi per mostrare la bellezza di Capraia anche in autunno”.

Andrea Crespolini vicesindaco di Collesalvetti, anche lui impossibilitato ad essere presente ha inviato un breve intervento: “Partecipando da protagonisti a questa fiera, Collesalvetti ha anche l’opportunità di mostrare agli operatori del settore il suo lato più attrattivo, natura e relax in ogni stagione dell’anno sono infatti il nostro biglietto da visita per il turista. Per questo anche noi ringraziamo TPT per averci concesso la possibilità di ospitare l’edizione di quest’anno del Buy Tuscany che si preannuncia particolarmente ricca di partecipanti”.

La manifestazione si concluderà questa sera e domani sarà pubblicato un comunicato riassuntivo con i dati delle aziende toscane accreditate e il numero di operatori turistici provenienti da tutto il mondo.