Al Parco Levante inaugurato “Il Porto del Gusto”

Nasce ” Porto del Gusto” la nuova area Food del Centro commerciale Parco Levante. Grazie ad un ampliamento interno ed esterno di oltre 2000 metri quadrati nasce la nuova food hall dove incontrarsi e vivere a 360 gradi l’esperienza del cibo e dello stare insieme.

Si è tenuta questa mattina 17 giugno, l’inaugurazione della nuova area food del Centro Commerciale Parco Levante denominata “Porto del Gusto”. Il nuovo spazio dedicato alla ristorazione e al tempo libero, progettato e realizzato dalla società internazionale di architettura e design Il Prisma, la collaborazione e la direzione creativa dell’Architetto Marco Beolchi, è frutto di un ampliamento interno ed esterno della struttura ed ha previsto un investimento di circa 3 milioni di euro per il Centro Commerciale Parco Levante, la più importante shopping destination nella provincia di Livorno, della quale Unicoop Tirreno e Unicoop Firenze sono proprietarie dal 2015, anno della sua inaugurazione al pubblico, ed oggi gestita dalla società internazionale Savills.

Oltre 2.000 metri quadrati di ampliamento, con l’integrazione di due maxi dehor da oltre 150 metri quadrati ciascuno, ospitano sette tra bar, punti ristoro specializzati e ristoranti, con l’inserimento di alcuni brand nazionali ed internazionali leader del settore ristorazione come Roadhouse, Sushiko e Caffè Pascucci, aree tematiche esterne con una spettacolare fontana luminosa con giochi di luci e acqua, un’area ludica dedicata ai bambini e uno spazio esterno pronto ad accogliere i food truck. L’offerta proposta da Porto del Gusto si completa con la paninoteca‐caffetteria Il Bocconcino, il Joylab con la sua proposta di pokè bowl hawaiane, la piadineria artigianale La Pina e, infine, la pizzeria Pizza Ganza.

L’operazione ha generato un indotto positivo per il territorio, creando oltre 40 nuovi posti di lavoro diretti ed ampliando il bacino di offerta per i fornitori e l’indotto.

Il “porto” è il cuore di Livorno. E’ la parola che meglio di qualunque altra rappresenta il luogo dove i livornesi possono sentirsi a casa. L’abbinamento con la parola “gusto” esprime la natura di un ambiente che accoglie ed offre tante proposte gastronomiche, diverse e sfiziose.

Il payoff “buon cibo & tempo libero” riassume in poche parole la giusta modalità di fruizione della food hall.

Con tre giorni di festeggiamenti, gestiti e coordinati dalla società di comunicazione JET’S, Porto del Gusto si presenta con un ricco    programma di animazioni e degustazioni per far conoscere e scoprire ai visitatori il suo innovativo spazio di aggregazione sociale all’insegna dei piaceri per il palato. L’inaugurazione ufficiale ha visto il tradizionale taglio del nastro sul fronte della nuova piazza esterna e il nuovo ingresso centrale “Mascagni”, che integra l’area food. Si è poi proseguito con una degustazione offerta dagli operatori della food hall, mentre nel pomeriggio per i più piccoli c’è stato l’appuntamento con Bing, l’amico dei bambini, e la merenda offerta a tutti i presenti, mentre per gli adulti è stato riservato l’aperitivo accompagnato da musica live.

Venerdì 18 giugno “Porto del Gusto” sarà animata, nel pomeriggio, dall’allegria e dalle coreografie della  compagnia teatrale Alice in Wonderland.

Sabato 19 giugno, dalle ore 17.30, invece, in compagnia dello youtuber Jonathan Canini, si terrà la fase finale delle selezioni tra i clienti per individuare i testimonial delle prossime campagne pubblicitarie del Parco Levante, con la conclusione della manifestazione “Livornese Dòcche Cercasi”.

Per tutti e tre i giorni gadget ed omaggi sono previsti per i visitatori, mentre la nuova e moderna area esterna sarà animata dalle proposte gastronomiche dei ragazzi della Cooperativa Sociale “Parco del Mulino” ‐ la Cooperativa che nasce in seno alla Sezione livornese dell’Associazione Italiana Persone Down, da un sogno e dall’idea che solo il lavoro può rendere liberi e restituire dignità a tutte le persone, ha lo scopo di creare un lavoro stabile adatto alle capacità individuali delle persone con sindrome di Down.

Ecco alcune dichiarazioni dei protagonisti di Porto del Gusto.

“L’inaugurazione rappresenta un nuovo inizio verso un progressivo e prudente ritorno alla normalità ed un importante volano per il rilancio dell’economia del territorio – ha dichiarato Maurizio Baldi della società Unicoop Firenze e Procuratore Speciale della Levante SRL – Nella realizzazione di Porto del Gusto, abbiamo tenuto in grande considerazione il comfort e l’estetica, con la creazione di un’aria lounge e nuovi dehors sia interni che esterni. L’obiettivo è quello di offrire ai clienti un ambiente piacevole in cui poter sostare”.

“Con il nuovo spazio riportiamo il Centro Commerciale alla sua originaria vocazione pre‐pandemia –aggiunge Federico Lensi, della società Savills, direttore del Parco Levante ‐ quella di essere un luogo di incontro, scambio e intrattenimento e non soltanto una struttura finalizzata alla spesa e allo shopping come purtroppo è stato negli ultimi mesi”.

“Intendo la visione, progettuale e commerciale, come un modo di pensare, spesso fuori fuoco, a soluzioni che interpretando i contesti in cui sono inseriti e rapportandosi con essi mettano infine a fuoco un progetto specifico. Così la visione è divenuta esecuzione: benvenuta Porto del Gusto!” il commento dell’architetto Marco Beolchi.

Michele Pini e Sebastiano Pasculli, rispettivamente Associate e Team Leader delle divisioni ‘Destination’ e ‘Cityscape’ de Il Prisma, hanno invece spiegato: “L’idea progettuale si ispira alla città portuale di Livorno, al suo essere dinamica, aperta e multiculturale. Con questo spirito, abbiamo rinnovato la Food Court interna ed esterna valorizzandola a partire dalla piazza, realizzata in una zona della città che non ne aveva, per dare la possibilità alla clientela di vivere Parco Levante in un’estensione fluida e continua tra fuori e dentro. Trasformando così questo luogo in un “mare di opportunità” dove la Food Court diventa un porto – Il Porto del Gusto, appunto – in cui tornare ad approdare per vivere un’esperienza. Grazie all’ampliamento del centro commerciale con due nuovi volumi che ne aumentano l’accessibilità, il porto si protrae verso l’esterno conferendo a Parco Levante una nuova, forte identità”.