Guardia costiera in soccorso di un surfista

Direzione Marittima/Capitaneria di porto Livorno

Guardia costiera in  soccorso di un surfista di nazionalità egiziana nelle acque davanti alla foce del Calambrone.
Ha chiamato la sala operativa della Guardia costiera di Livorno, utilizzando il proprio telefono cellulare tenuto in una sacca impermeabile, un windsurfista di 51 anni di nazionalità egiziana, residente a Montecatini Terme, trovatosi in difficoltà nelle acque antistanti la foce del Calambrone. L’uomo, avendo rotto l’albero della tavola, ha provato senza successo ad utilizzare il remo in dotazione, ma ha dovuto arrendersi alla forza di raffiche di vento di 40 km orari che lo hanno spinto a largo, fino a 1 miglio (circa 2 Km). A quella distanza dalla costa lo ha trovato la motovedetta inviata per il soccorso. Stremato, A.R. è stato tirato a bordo del mezzo della Guardia costiera, il cui equipaggio è riuscito a recuperare anche il windsurf. La Guardia costiera ricorda l’importanza del numero blu gratuito della Guardia costiera 1530, attivo 24 ore su 24, su tutto il territorio nazionale per segnalare qualsiasi situazione di emergenza in mare.