La chiesetta di S.Francesco ha ospitato la S.Messa per la festa dell’Assunta

Festa dell’Assunta in Fortezza Vecchia nella chiesetta dedicata a S.Francesco dove l’incuria la fa da padrona

di Roberto Olivato

Celebrata questa mattina, da padre Emilio Kolacyzk, parroco di S. Ferdinando, nella chiesetta di San Francesco in Fortezza Vecchia, la S.Messa in occasione della festa dell’Assunzione di Maria. La cappella, dedicata a San Francesco che ricade nella giurisdizione della parrocchia Trinitaria di S. Ferdinando, si presenta purtroppo in uno stato di completo abbandono e con pareti ricche di una trascurata umidità. Un vero peccato per un edificio che rappresenta le origini della storia di Livorno.

La storia di questo edificio religioso ci porta al 19 marzo 1606, festa di San Francesco, al tempo Patrono della Toscana, dove al cospetto del Granduca Ferdinando I giunto per l’occasione con il suo seguito a Livorno, venne celebrata la funzione religiosa al termine della quale Bernardetto Borromei ricevette dal Granduca la stola Capperuccio di velluto rosso con rifiniture in pelle bianca, segno della sua nuova dignità di Gonfaloniere che, ponendogliela sulla spalla sinistra disse: “Questo sarà il segno d’onore che da oggi e per il futuro porteranno i Gonfalonieri”, elevando così Livorno al rango di città.