Protocollo firmato fra Comune e sindacati a tutela lavoro negli appalti

Siglato fra Comune e sindacati un nuovo protocollo sugli appalti a tutela del lavoro e per una maggiore sicurezza dei lavoratori

di Roberto Olivato

Il Codice dei Contratti pubblici, che regola la materia degli appalti pubblici di lavori, forniture, servizi e concessioni, è stato negli ultimi anni modificato e semplificato prima con il Decreto “Sblocca cantieri” del 2019, e successivamente, in seguito alla pandemia, con il “Decreto Semplificazioni” del 2020, allo scopo di dare una forte spinta agli investimenti pubblici e alla ripresa economica, snellendo le procedure di affidamento e di gara. Per tutti questi motivi, il Comune di Livorno e le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil hanno predisposto un “Protocollo d’intesa per la qualità e la tutela del lavoro negli appalti di lavori, servizi e forniture del Comune di Livorno”.

Il ricorso a procedure di aggiudicazione finalizzate alla contrazione dei costi può però non garantire tempi e qualità nella realizzazione delle opere e nell’espletamento dei servizi, favorendo l’impiego di manodopera irregolare e precaria e l’evasione contributiva, alterando il mercato del lavoro e la concorrenza, con pesanti ricadute sulle condizioni di lavoro e sulla sicurezza, provocando effetti negativi nel tessuto economico e produttivo, e dar luogo a fenomeni di illegalità e infiltrazioni della criminalità organizzata.

A presentare il protocollo e ad appore la firma, oggi pomeriggio 25 aprile al Cisternino di Città, il sindaco Luca Salvetti, l’assessore al lavoro Gianfranco Simoncini, l’assessora al bilancio e ai contratti Viola Ferroni, i rappresentanti sindacali Monica Cavallini per la Cgil, Emiliano Sartorio per la Cgil Funzione Pubblica, Pieralba Fraddanni per la Filcams Cgil, Filippo Giusti per la Cisl, Massimo Marino per la Uil.

Quello che ci accingiamo a sottoscrivere è un passaggio significativo a tutela del lavoro e frutto di suggerimenti utili per velocizzare gli appalti– ha esordito il sindaco- con lo snellimento della trafila burocratica, senza dimenticare la tutela del lavoro, nel rispetto della sicurezza e giustizia. Con questo protocollo l’Amminisrazione assieme ai sindacati ha cercato risposte e garanzie positive per lavoratori e cittadini. Il Comune nonostante la pandemia ha assunto in due anni, attraverso bandi pubblici, circa 400 persone un risultato certamente non trascurabile. ”   

Prendendo la parola Viola Ferroni ha evidenziato l’innovaione del Procollo “Un percorso coraggioso quello intrapreso che coniuga il lavoro alla sicurezza, inserendo impegni sia da parte dell’Amministrazione che dei sindacati, con strumenti innovativi come la clausola sociale a beneficio di persone disabili.”

” La tutela dei lavoratori- ha detto Simoncini- è sempre stata a cuore di questa Amministrazione entro i limiti legislativi, garantendo occupazione in diversi settori, come avvenuto con la riapertura delle piscine e delle società partecipate e proseguiremo su questa strada per salvaguardare i posti di lavoro messi duramente alla prova dalla pandemia.”

I sindacalisti hanno sottolineato l’importanza dell’accordo raggiunto, chiedendo all’Amministrazione il rispetto dei tempi nei pagamenti, il contrasto alla corruzione e infiltrazioni malavitose,  monitoraggio sulla vigilanza dei subappalti ed un’informativa sui rapporti sindacali. In occasione della giornata sulla violenza alle donne Monica Cavallini ha ricordato come sia ancora alto il divario circa il trattamento ecoonomico riconosciuto alle donne lavoratrici rispetto ali uomini, alle quali oltretutto non è garantita una stabile occupazione.”