Il pensiero di un genovese

Riportiamo un pensiero del nostro corrispondente da Genova che in poche righe riporta le emozioni ed il dolore di tutti i genovesi che oltre alle trentotto vittime ed i 15 feriti vede ad oggi circa 630 sfollati.

di Nino Bertone

Solo un genovese può capire realmente la vera portata di questa tragedia. Ognuno di noi oggi è un miracolato. Non C’è un solo genovese che non utilizzasse quel ponte più volte a settimana. Più volte al giorno. Non esiste un solo genovese che non abbia tirato giù tutti i santi per le ore di coda. Parlare di quel ponte per un genovese é come parlare della sopraelevata. La valenza simbolica per noi è la stessa. Oggi tutti abbiamo temuto per un famigliare o per un amico. Oggi tutti abbiamo aspettato con ansia un messaggio che tardava ad arrivare. Oggi tutti abbiamo il cuore a pezzi, per una tragedia che andava evitata, per le persone che hanno perso la vita, per chi sta vivendo un lutto ingiusto, per Genova, per l’ennesima volta.