Sequestro record di cocaina in porto

E’ la prima volta che pubblichiamo una notizia di cronaca uscendo dalla nostra linea editoriale, ma la rilevanza della stessa c’impone di comunicarla visto che, secondo la Guardia di Finanza, si tratta di uno dei più importanti sequestri di droga nella nostra città, negli ultimi dieci anni. Sono stati infatti sequestrati quasi 650 chili divisi in 582 panetti, la droga era in 23 borsoni nascosti all’interno di un container di caffè, a bordo di una nave portoghese proveniente da Algericas, in Spagna. E’ quanto emerge dall’operazione della Guardia di Finanza e dell’ Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Livorno.
Ancor prima che la motonave giungesse in prossimità di Livorno il Reparto operativo aeronavale della Guardia di Finanza di Livorno ha effettuato ”l’ombreggiatura” della nave per prevenire e intercettare eventuali tentativi di trasbordo in mare della droga. Subito dopo l’attracco in porto, i finanzieri sono saliti a bordo della nave per ispezionare tutti i contenitori sospetti, individuando rapidamente quello che nascondeva la droga.
Il contenitore, come ricostruito dalla guardia di finanza, “è risultato spedito da una società produttrice di caffè honduregna e imbarcato su una motonave a Puerto Cortes (Honduras) per poi essere trasbordato su un’altra nave nel porto di Moin (Costa Rica), destinato allo sbarco nello scalo di Barcellona, da dove avrebbe poi dovuto essere prelevato per la consegna a un’azienda di Madrid”. Questo ’importante sequestro di cocaina effettuato a Livorno si aggiunge a quelli effettuati, nel 2018, per complessivi 308 kg e nel 2016, per oltre 253 kg. L’operazione ha ricevuto il plauso del ministro dell’Interno Matteo Salvini. ( in copertina foto di repertorio)