Giuliano Scabia il ” Poeta d’Oro” a Castiglioncello

Il gran Teatro Immaginario di Giuliano Scabia: Castello Pasquini di Castiglioncello. la prima grande esposizione dedicata all’artista dal 29 luglio al 9 ottobre.

Inaugurazione venerdì 29 luglio ore 18 La Limonaia Parco del Castello Pasquini

Il gran teatro immaginario di Giuliano Scabia , è la prima grande esposizione dedicata  all’artista, poeta e scrittore scomparso nel maggio del 2021.

Organizzata dal Comune di Rosignano Marittimo e la Fondazione Armunia, con il patrocinio della Regione Toscana, il sostegno della Fondazione Livorno con Fondazione Livorno Arte e cultura e l’ausilio de La casa Usher, la mostra è curata da Andrea Mancini e Massimo Marino ed è allestita nelle sale di Castello Pasquini a Castiglioncello, dove saranno esposte foto, disegni, poesie, pubblicazioni, costumi, oggetti, piccoli pupazzi, totem giganti e cantastorie in ambienti che ricreano le suggestioni poetiche dello scrittore e drammaturgo, arricchiti da contributi video e sonori.

L’esposizione intende mostrare i molti lati dell’attività del poeta, drammaturgo e regista,
romanziere, affabulatore ed esploratore dell’immaginario, provando a ricostruirne le idee, le azioni rivoluzionarie e le suggestioni poetiche ed è pensata anche per la fruizione delle scuole che, da settembre, saranno accompagnate nel percorso alla scoperta del mondo di Giulia no Scabia con visite guidate.

Giovedì 28 luglio alle ore 18:00 dalla piazza della Vittoria, a Castiglioncello partirà lo spettacolo itinerante (ingresso gratuito), storico lavoro di Giuliano Scabia, Evocazione del poeta e straordinaria apparizione de Il Diavolo e del suo Angelo con Massimo Marino, Andrea Mancini, Annibale Pavone e Jacopo Yahya (Maschera del Diavolo: Matteo Destro; Costumi: Massimo Poli) che guiderà il pubblico all’anfiteatro nel parco del Castello Pasquini, dove alle 18:30 si terrà la cerimonia d’intitolazione a Giuliano Scabia. Lo spettacolo sarà replicato alle ore 21.00 da via del castello, per il borgo antico di Rosignano Marittimo, fino a piazza Carducci.