Slow Food Italia e Foodscovery

Slow Food Italia e Foodscovery in aiuto alle piccole imprese agricole ed alimentari

“Foodscovery” si chiama la piattaforma creata a supporto della commercializzazione dei prodotti di piccoli imprenditori facenti parte dei 279 Presidi di Slow Food di cui 23 solo in Toscana e che
permetterà la commercializzazione diretta non solo alle famiglie, ma anche ai ristoratori, come spiega Roberto Burdese di Slow Food Promozione: ” l’accordo con Foodscovery presenta un

nuovo programma per acquistare facilmente formaggi, salumi, pesce, carne, olio, vino e dolci. Oltre a digitalizzare le imprese agricole e alimentari di piccola scala, garantirà a chi acquista un rapporto diretto con il produttore saltando i passaggi della distribuzione tradizionale, le forniture sono rivolte anche ai ristoranti e ai negozi. Uno strumento utilissimo per approvvigionarsi dai produttori dei Presìdi Slow Food e da altri produttori di qualità, facilitandone così la logistica e la spedizione, spesso complicata proprio per questepiccole realtà “. A parlare di Foodscovery è Fabio Di Gioia fondatore

della piattaforma assieme a Mario Sorbo : ” Siamo nati con l’obbiettivo di scoprire e valorizzare i sapori autentici delle migliori produzioni locali dove autentico non si riferisce solo
all’artigianalità dei prodotti, ma anche alla storia che li lega al loro territorio “. Il segretario generale di Slow Food Italia Daniele Buttignol, ci tiene a sottolineare ” fra le finalità oltre ad offrire il
supporto digitalizzato alle piccole imprese, abbiamo previsto anche l’investimento del 5% del fatturato verso nuovi Presidi Slow Food a tutela di produzioni a rischio estinzione e che fanno parte
del grande patrimonio di biodiversità del nostro Paese”. Ulteriori informazioni potranno essere raccolte su www.foodscovery.it
Roberto Olivato