ATTACCO ALLA MISERICORDIA

Un atto vigliacco è stato perpetrato ieri notte, contro un mezzo della Misericordia di Montenero. Ad esternare la sua amarezza monsignor Paolo Razzauti rettore del Seminario cittadino e delegato per le Confraternite, che abbiamo raggiunto telefonicamente. Monsignore come interpreta questo gesto? “ Un gesto che va oltre al valore dell’oggetto, in quanto colpendo un’ambulanza viene colpito ciascuno dei volontari che ogni giorno per ventiquattr ’ore, prestano servizio a favore delle necessità, delle sofferenze e delle gioie della Popolazione”. Si hanno indizi su chi possa essere l’autore di questo malsano gesto? “ Sembra siano stati individui incappucciati su una moto, ma per il momento è ancora tutto molto vago ”. Se erano realmente incappucciati sapevano di poter essere conosciuti? “ Questo non lo so, quello che chiedo è di non sminuire il fatto con la solita affermazione è una ragazzata, perché da questi piccoli gesti si inizia a non considerare i valori e ad andarci contro” . L’amarezza di Razzauti è palpabile nella sua voce roca ed addolorata, che però vuole essere vicino a tutti i volontari, alla Governatrice ed al Direttore ai quali ha già fatto pervenire la propria solidarietà che concretizzerà con una visita che effettuerà domattina alla sede della Misericordia.

Roberto Olivato