Ennesimo appello di un No vax in terapia intensiva

di Roberto Olivato

Quanti appelli dovranno ancora arrivare per convincere i circa sei milioni d’indecisi a vaccinarsi? Mentre circa cinquecentomila persone sono già ricorse alla terza dose, per fronteggiare la nuova variante Omicron, ve ne sono ancora milioni che non hanno ricevuto nemmeno la prima.

Un comportamento senz’altro incosciente prima di tutto verso se stessi e di riflesso verso la comunità. Riportiamo dall’Ansa, uno straziante invito alla vaccinazione di un No vax giunto nei giorni scorsi in terapia intensiva, con la speranza che qualcuno fra gli indecisi si convinca a sottoporsi alla vaccinazione che nel mondo vede, dati Oms ( organizzazione mondiale sanità) al 7 dicembre oltre 8 miliardi di dosi somministrate.

Questo ennesimo appello di un No vax pentito è stato riportato da Libertà, quotidiano di Piacenza. L’invito a vaccinarsi arriva da un cinquantenne ricoverato all’ospedale di Piacenza che raccomanda tutti alla vaccinazione e a “non fare come lui”.

L’uomo, come riporta il quotidiano piacentino, ha pubblicato il suo messaggio su Facebook : ” Vaccinatevi, non è uno scherzo, di questo si muore. Questa malattia brucia i polmoni. Vaccinatevi, non fate come me, che ho aspettato, è un inferno”.