Forse non va tutto bene

di Roberto Olivato

Il  tutto va bene Madama la Marchesa da sempre sostenuto dall’attuale Amministrazione di Livorno, si scontra con i dati forniti da Il Sole 24 Ore che oggi ha pubblicato i dati sulla situazione dei reati, dove Livorno si trova purtroppo al Nono posto.

Una posizione senz’altro da non sottovalutare sia da parte dell’Amministrazione che Prefetto e Questore.
Il nono posto è il risutato del buonismo che da sempre ha aleggiato nelle Istituzioni labroniche, specialmente evidenziate nelle parole di Sindaco e Questore.

Forse sarebbe ora che s’invertisse la rotta soprattutto con un maggiore e più capillare controllo del territorio. Siamo consci della limitatezza di uomini a disposizione delle Forze dell’ordine, ma cominciando dal Comune, che ultimamente ha assunto 18 nuovi agenti nella Polizia Municipale ci si attende una presenza maggiore nelle strade e non solo in auto.

Abbiamo sempre sostenuto che la presenza di uomini e donne appiedati che perlustrano i territori sia molto più efficace di tante autovetture, la loro presenza servirebbe ad evitare o quanto meno a ridurre in forma preventiva molti piccoli reati quali furti, rapine e scippi, interventi preventivi che darebbero maggior tranquillità ai cittadini onesti e farebbero desistere i delinquenti da intraprendere qualsiasi iniziativa delittuosa .

Generalmente l’intervento delle Forze dell’ordine è conseguente a reati già avvenuti. Logicamente parliamo di piccoli reati che avvengono nelle strade.

Sarebbe stupido pensare all’onnipresenza di agenti H24, ma una minima presenza degli ormai scomparsi vigili, carabinieri, poliziotti di quartiere sarebbe auspicabile per il bene di tutti.