I Veneziani: controlli anche prima delle 24

di Roberto Olivato

L’ordinanza firmata oggi 6 ottobre dal sindaco Luca Salvetti e che scatterà dalla sera dell’8 ottobre sino al 7 novembre, ha già raccolto alcune critiche da parte di alcuni abitanti della Venezia. Alcuni cittadini ci ricordano, con le loro email indirizzate alla nostra redazione, che molti ragazzi già prima delle 24 sono ubriachi e vomitano vicino ai portoni ed alle auto parcheggiate gettando le bottiglie in strada o nei fossi pertanto, sempre secondo alcuni residenti, i controlli dovrebbero scattare sin dalle prime ora della sera dei fine settimana.

Se così stanno le cose è evidente che i controlli della Polizia Municipale e delle altre Forze dell’Ordine, dovrebbero essere fatti molto prima della mezzanotte. E’ chiaro però che l’ordinanza dell’Amministrazione, è un primo passo importante contro gli assembramenti chiassosi e gli atti vandalici compiuti nelle notti dei fine settimana. Un primo passo che è soggetto a dei ravvedimenti, come spiegato dal sindaco, qualora si ravvisassero situazioni di criticià anche nelle ore antecedenti la notte Veneziana, che però al momento, secondo quanto riferito all’Amministrazione da abitanti ed esercenti, si verificano nelle ore piccole.

Staremo a vedere i risultati che porterà questa prima ordinanza e se come paventato in conferenza stampa, in caso di mancata soluzione dei problemi, si prenderanno altri provvedimenti.

Quello che è certo è che quella di oggi è la prima presa di posizione di questa Giunta una presa di coscienza, nei confronti della malamovida da sempre giustificata quale esternazione di frenesia giovanile.