La faccia tosta di Putin e di alcuni dei nostri, non ha limiti.

di Roberto Olivato

Il piccolo zar continua quotidianamente ad inveire verso l’occidente, per l’invio di armi all’Ucraina ed anche alcuni nostri parlamentari e parte della stampa sono d’accordo sul fatto, che inviare armi a Zelesky, significhi prolungare la guerra con inesorabile aumento di vittime.

Molti dimenticano o fanno finta di dimenticare che le due repubbliche separatiste filorusse di Donetsk e di Luhansk  della regione del Donbass, dal 2014 sono foraggiate di armamenti ed anche economicamente dalla Russia, per contrastare l’esercito ucraino che rivendica le due repubbliche come proprio territorio.

Un aiuto ne più ne meno di quello che l’Occidente sta facendo nei confronti dell’Ucraina, Stato sovrano, prepotentemente ed ingiustificabilmente invasa dalle truppe di Mosca.

Quindi un’ennesima balla putiniana che nega l’evidenza, pur sapendo di mentire ed alla quale si sono accodati in mala fede molti pseudo pacifisti, stracciandosi le vesti, che non chiedono la sospensione dei bombardamenti degli invasori russi ma, udite udite, la resa dell’Ucraina.

.