Magdi Allam: le Banche centrali causa della dittatura finanziaria

Un Governo con due partiti agli antipodi non riuscirà a dare risposte strutturali al Paese. Un’Europa decadente e relativista con un tracollo demografico rischia di sparire come l’Impero Romano. L’Euro è l’unica moneta al mondo a non avere uno Stato. Esiste solo la finanziarizzazione dell’economia a scapito di quella reale. Le Banche centrali e Bce in conflitto d’interessi determinano dittatura finanziaria

di Roberto Olivato

Due anni fa lei venne a Livorno e descrisse una situazione politica ed economica nazionale pesante, cosa è cambiato d’allora ?
“Un cambiamento c’è stato, se però mi chiede se mi piace questo governo, direi proprio di no. Un governo bicefalo, un sodalizio contro natura due realtà incompatibili tanto è vero che per stare insieme hanno firmato un contratto. Pessima frase, la politica dovrebbe essere quella del volare alto per realizzare cose concrete. Un Governo siffatto non può dare risposte strutturali all’Italia, sia di sviluppo sotto l’aspetto culturale e la sovranià monetaria, sia per quello che riguarda il recupero della nostra società decadente sulla convergenza di valori. Cinque Stelle e Lega sono agli antipodi. Oggi parlerà di sicurezza su Livorno o nazionale?
Sicuramente nazionale l’Italia è in un contesto europeo, internazionale. L’europa si trova allo stesso bivio dell’impero romano d’occidente, dove dobbiamo decidere se vogliamo scomparire o riscattarci. Per farlo bisogna ripartire dalla rigenerazone della vita. Il male profondo dell’Italia come dell’Europa è il tracollo demografico e senza figli è la morte non se ne parla mai, lo fa solo l’Istat. Dalla sinistra invitano ad accettare i profughi perché ci aiuteranno a crescere demograficamente . “Errore madornale. I romani aprirono i confini ai barbari che soppiantarono l’impero romano e la civiltà romana. Stiamo compiendo lo stesso errore!” La storia allora non è maestra di vita ? ” Con una differenza: i barbari fecero propria la civiltà romana che venne inglobata nell’ ambito del cristianesimo, questa Europa rischia di essere sottomessa all’Islam, una differenza fondamentale. L’Europa é decadente, relativista, che non ama se stessa, si vergogna delle proprie radici ebraico-cristiane e ama l’islam, ecco perché bisogna ripartire dalle rigenerazione della vita, con un nuovo modello di sviluppo che metta al centro l’economia reale, invece oggi è la finanziarizzazione dell’economia che prevale. Può spiegarsi meglio ?  “Storicamente la moneta è lo strumento che serve a misurare il valore della ricchezza, la ricchezza si sostanzia di beni e servizi che si posseggono, oggi invece la moneta e diventata la ricchezza a prescindere dai beni o servizi, al centro dell’economia reale, micro, piccole e medie imprese che producono beni e servizi”. Queste idee potrebbe portarle in Europa, lei si candida? “No, l’ho fatto una volta e mi basta e avanza, una parentesi negativa nella mia vita. Il parlamento europeo non conta nulla, pur essendo l’unica istituzione legittimata dai popoli, perché si viene eletti col voto di preferenza, ma nell’ambito delle tre istituzioni europee il parlamento non conta nulla. I parlamentari europei sono pagati profumatamente per avallare la dittatura europea”. Non pensa che un cambio di orientamento politico con nuovi partiti possa smontare quella che lei chiama dittatura? E’ la struttura che va scardinata non é riformabile, a partire dall’Euro che é un’anomalia nella storia e nel mondo. Unica moneta al mondo emessa in assenza di uno stato, perché l’ Europa non è uno stato, così come la Banca Centrale Europea é unica banca centrale che non ha uno Stato referente. E’ una banca privata, come tutte le banche centrali dei paesi che aderiscono all’eurozona anche la Banca d’Italia é privata al 94%, questo è il più grosso conflitto d’interessi in Italia e in Europa, perché le banche centrali sono preposte a controllare le attività delle banche, ci troviamo invece di fronte al controllore che è lo stesso soggetto del controllato e questo è un conflitto immane, che determina la dittatura finanziaria e la dittatura europea. Questa sua presenza al fianco di due esponenti della Lega oggi, è un segnale di appartenenza ideologica? Non appartengo a nessun partito, però sostengo tutti quegli amici con i quali c’è convergenza su delle idee, convergenza può anche non essere al 100%. Il tema dell’incontro di oggi ci vede concordi per una sicurezza adeguata a garantire sicurezza dei cittadini e su questo non deve esserci alcun dubbio. Il cittadino ha il diritto ad essere tutelato al mille per cento, per ottenere ciò è necessario partire dalle Forze dell’Ordine ed investire su di loro, perché anche loro risentono del tracollo demografico, l’età media di poliziotti e carabinieri oggi è di 50 anni. Quando scendi in piazza contro nemici che hanno mediamente sui trent’anni, sei perdente in partenza “.