Mes: Meglio Essere Segregati

di Roberto Olivato

Si continua con divieti a singhiozzo, aperture e chiusure, zone da rosse ad arancione, arancioni che diventano rosse. La politica del singhiozzo imperversa alimentando insicurezza fra noi poveri mortali di questo astratto Governo. I tentennamenti, i passi indietro, le croniche titubanze create dai famigerati Dpcm aiutano a far lievitare, ove ce ne fosse bisogno, l’insopportazione della gente.

Molto probabilmente non avremmo avuto questa proliferazione di Decreti se solo fossero state attrezzate per tempo le strutture ospedaliere, con il potenziamento delle terapie intensive, posti letto e soprattutto con l’assunzione di medici ed infermieri che, se assunti per tempo e cioè nella prima fase, avrebbero permesso una vita più normale a tutti noi. Invece no, si é preferito disperdere denaro pubblico in miriadi di rivoli di bonus.

Se solo avessimo potenziato i nostri ospedali, non ci troveremmo oggi a dover essere ancora segregati, perché avremmo avuto un apparato sanitario attrezzato in personale e mezzi, in grado di affrontare eventuali ondate successive alla prima. Purtroppo i nostri governanti trovano più semplice chiuderci nelle case piuttosto che permetterci di essere curati qualora venissimo contagiati. E’ mancato infatti, checché se ne dica, un vero piano di azione sanitario che avrebbe potuto essere messo in campo grazie al fantomatico MES, che é ancora in discussione per meri giochi politici, purtroppo sulla nostra pelle, a dimostrazione di quanto gliene freghi realmente ai nostri politici  di noi cittadini.

Molti sostengono che le titubanze del Governo siano causate dalla sua debole maggioranza, debolezza che è conosciuta anche in Europa, dove sino ad oggi non hanno ancora sganciato un Euro di quelli tanto strombazzati dal nostro presidente del Consiglio e che se tutto va bene vedranno parte della loro erogazione a metà del prossimo anno. Nel frattempo trovano più facile segregarci