Ora basta !

di Roberto Olivato

Mentre tutti riflettori dell’Amministrazione continuano ad essere puntati sulle serate del Caprilli, che come una grande sbornia di canti e suoni sembra continui ad inebriare la maggioranza, in Venezia continuano in ogni fine settimana, nonostante le proteste degli abitanti, atti di vandalismo accompagnati da musica assordante in piena notte che, anzichè rappresentare due giorni di relax per le famiglie, sono ormai diventati un incubo. Le piazzate pervadono tutto il quartiere da viale Caprera a piazza del Luogo Pio, da via Borra a via San Marco senza lasciare perdere via della Venezia,

Ci eravamo già interessati circa quindici giorni or sono ed anche settimana scorsa, riportando fatti contemplati dal codice penale, senza che nessuna delle autorità preposte all’ordine pubblico sia mai interventuta.

E’ incomprensibile un simile comportamento Istituzionale, che forse cambierà solo quando l’esasperazione dei veneziani si trasformerà in scontri e forse peggio.

Al sindaco Luca Salvetti ed al questore Roberto Massucci chiediamo di fornire una risposta in merito, per farci capire da cosa derivi questa perdurante assenza di Amministrazione e Questura. Non si può continuare a fare come gli struzzi, anche perchè i ruoli che entrambi ricoprono, li obbligano ad intervenire ed a porre rimedio una volta per tutte, pena il discredito delle Istituzioni che essi rappresentano.

Non trova altresì giustificazione, l’insufficiente personale della Forze dell’Ordine, perchè ieri sera al seguito di circa trecento manifestanti No Green Pass, erano presenti due auto di Carabinieri ed altrettante della Polizia di Stato, nonché Polizia Municipale a piedi, in moto ed auto. Un dispiegamento di forze che forse se utilizzato meglio, permetterebbe in Venezia di istituire un posto fisso di Polizia nelle ore serali.