Orecchie da mercante!

di Roberto Olivato

Continua l’assenza di controlli in Venezia e con essa prosegue la scia di atti vandalici e schiamazzi correllati da fuochi artificiali con tanto di bomba carta, da parte di ciurme di giovinastri, consci dell’assenza delle Istituzioni, come avvenuto la notte tra sabato e domenica scorsa.

Abbiamo dedicato numerosi editoriali al degrado vandalico in cui viene lasciato il quartiere più storico di Livorno.

Purtroppo le nostre segnalazioni, come quelle dei veneziani, sembrano non interessare a nessuno degli attori preposti alla Pubblica Sicurezza, in primis il sindaco, che continuano a fare orecchie da mercante dando la sensazione di non avere a cuore la serenità degli abitanti del quartiere, alla difesa della quale, tra gli altri compiti, le Forze dell’Ordine sono preposte e dovrebbero saper garantire .

Il quartiere da alcuni mesi dovrebbe essere monitorato da circa una decina di telecamere, il condizionale è d’obbligo perché a quanto pare non servono a niente, a meno che non siano funzionanti.

Anzichè spendere soldi per inutili occhi elettronici, sarebbe molto meglio realizzare un presidio fisso di PS nei pressi di piazza del Luogo Pio, che sembra essere l’area più gradita da balordi, ubriachi e drogati per dare sfogo ai loro animaleschi istinti. ( in copertina foto d’archivio )