Misure drastiche conseguenza della mancata prevenzione

di Roberto Olivato

” Dopo un incontro da parte di noi gestori con il Sindaco Luca Salvetti a partire da venerdì 23, VIA CAMBINI si organizza in proprio per garantire la massima sicurezza e il rispetto delle norme in materia di Covid 19. Sarà presente personale qualificato al fine di informare i clienti circa le ultime disposizioni e tenere la situazione sotto controllo dal punto di vista dei comportamenti da tenere.
Lo facciamo per Voi, per Noi e per il Comune che ha dimostrato di ascoltare e capire la nostra situazione.”

Questo il testo che apparve il 22 ottobre sulla pagina fb di “via Cambini monamour”. Dopo quanto avvenuto la sera di giovedì 7 gennaio, ci sentiamo di dire che quelle frasi non erano altro che belle parole e bei propositi che però non si sono tradotti in fatti. Ad avallare il nostro pensiero l’intervento del sindaco Luca Salvetti che, abbandonando la sua nota pacatezza, è intervenuto energicamente, nel corso di una conferenza stampa (alla quale stranamente la nostra testata non è stata invitata)  riguardo il video riportato in primis dal nostro quotidiano.

Salvetti ha evidenziato i comportamenti superficiali ed indecorosi verificatisi in via Cambini e via Roma ed ha ammonito: “Se le cose non cambieranno  dovremo pensare a misure di limitazioni più drastiche.” Per la verità tutto ciò non avrebbe dovuto accadere dopo l’impegno assunto dalla suddetta pagina fb, purtroppo nonostante i buoni propositi di circostanza, la realtà conferma il detto che è sempre meglio prevenire che reprimere, quindi sarebbe bastata la presenza di qualche tutore dell’ Ordine per evitare quanto è successo, anche perché come già avevamo avuto modo di segnalare con altri articoli, la situazione di via Cambini e via Roma è tale da diverse settimane.