Proposta indecente

di Roberto Olivato

Su disposizione del Ministro dell’istruzione con una direttiva del 15 marzo 2007, tutte le istituzioni scolastiche sono state invitate a regolamentare l’uso a scuola del cellulare, con esplicito divieto durante le lezioni, come ormai avviene in quasi tutti i Paesi europei, ma non da tutte le parti le cose vanno proprio così ed in una scuola, pur mantenendo il veto ad usare i cellulari per uso personale, è stato proposto di usarli esclusivamente in occasione di ricerche scolastiche accedendo ad Internet. Proprio una Proposta Indecente come l’omonimo film, quello con Robert Redfort. A fronte di questa strampalata idea, molti genitori si sono opposti, per un semplicissimo motivo e cioè che l’uso di Internet avrebbe scaricato non solo le schede dei figli, ma avrebbe aggravato i costi della gestione famigliare. Dove è successo questo? Non ci crederete ma nella nostra Livorno! La giustificazione della scuola è stata imputata all’assenza di Pc all’interno delle aule. Forse sarebbe meglio che a fronte di progetti faraonici come la cittadella dello sport, l’adozione di artisti nelle nostre case o le inutilizzate piste ciclabili, l’Amministrazione mettesse mano al portafoglio per fornire gli istituti cittadini che necessitano di Pc, molto più necessari per la formazione dei nostri giovani.