Un ex terrorista “Garante dei diritti dei detenuti”

di Roberto Olivato

Nonostante la presa di posizione delle associazioni delle famiglie vittime del terrorismo, che avevano protestato circa la nomina a Garante dei detenuti dell’ex terrorista di Prima Linea, Marco Solimano ( condannato alla pena di 22 anni per l’uccisione dell’agente di Polizia Fausto Dionisi ), il Consiglio Comunale di Livorno nella giornata di ieri 8 ottobre ha provveduto alla sua nomina. Un esempio per i giovani di come l’illegalità alla lunga premi.

Questa la motivazione della nomina:

Marco Solimano, consigliere comunale Pd dal 2004 al 2009, presidente dell’Arci, torna al ruolo di garante delle persone private delle libertà personali che ha ricoperto per 7 anni fino a gennaio 2018. Il suo primo impegno, come lui stesso ha dichiarato, sarà sull’emergenza Covid nel carcere, per verificare la disponibilità di cure e la possibilità dei detenuti di accedervi. Insieme alla Direzione del Carcere e della Polizia Penitenziaria farà in modo che siano prese tutte le iniziative volte a garantire che tutti i diritti alle cure siano rispettati fino in fondo anche per le persone private della libertà personale.