Una Corona meritata

di Roberto Olivato

Paradossalmente, una volta finita questa pandemia, ci troveremo a dover ringraziare mister Coronavirus, non certamente per le decine di migliaia di morti che ha causato, ma per essere iruscito dove i potenti della Terra non avevano nemmeno tentato. Si, un essere invisibile é riuscito a fermare il mondo per rigenerarlo, riossigenando aria ed acque. Sembrava impossibile, infatti non si era mai riusciti se non con timidi e limitati tentativi, a ridurre l’inquinamento terrestre. Nemmeno cortei di ambientalisti capeggiati dall’indomita Greta erano riusciti a sensibilizzare il mondo, perché si diceva che era impensabile limitare la produzione industriale, ridurre drasticamente la circolazione stradale. Ebbene a fronte di questa supponenza umana, che lentamente stava distruggendo il pianeta, é arrivato zitto zitto lui, il piccolissimo virus che in poche settimane ha dimostrato come fosse possibile fermare il mondo, senza se e senza ma. A pensarci bene comincia a diventarci simpatico questo invisibile folletto, perché é l’unico che si é preso cura di madre Terra per salvare tutti noi da una catastrofe ambientale che era ormai imminente. Invece no. E’ arrivato il microbino con la sua corona in testa e come un re, ha preso in mano la situazione, fermando l’inquinamento industriale, permettendo a fiumi e laghi di ripopolarsi, all’aria di “purgarsi”, a famiglie di ritrovarsi unite assieme ai figli nelle proprie case, avvolte da un silenzio innaturale di cui avevamo perso il sapore,  di avere ritrovato nella preghiera il conforto dei nostri cuori nonostante le chiese vuote. Si, grazie virus, meriti proprio la Corona !