A Suvereto cinghiale ma non solo

Dal 26 novembre al 10 dicembre a Suvereto in provincia di Livorno si terrà la 50esima edizione della storica Sagra del Cinghiale.  Da cinquant’anni Suvereto, in Val di Cornia è teatro di un evento che coinvolge tutto il paese per oltre due settimane, con diverse iniziative. La sagra punta in primo luogo alla valorizzazione dei prodotti tipici e della gastronomia locale, principalmente a base di cinghiale, ma non solo. Un appuntamento consolidato è fissato per l’8 dicembre alle ore 15,30, dove le vie del borgo saranno attraversate da un Corteo Storico con numerosi figuranti in costume, in ricordo della concessione della Charta Libertatis alla comunità di Suvereto, da parte del Conte Palatino “Ildebrandino VIII” Aldobrandeschi di Sovana nel 1201. Una grande conquista per il tempo, che comportava la facoltà di amministrare giustizia, vendere e comprare terre, di avere una propria milizia. Al centro della manifestazione c’è comunque il cinghiale, con le sue pregiate carni. Per le vie del paese saranno presenti vari punti ristoro, ognuno con diverse specialità gastronomiche, su tutti si ergerà la Grande Cappa, simbolo della sagra, che con la sua griglia preparerà le specialità classiche come bistecche, rosticciane e polenta arrosto. Oltre al cibo grigliato, la sagra fungerà anche da vetrina per i prodotti tipici della zona quali olio e vino, prodotti dalle aziende locali. Un appuntamento in pieno clima prenatalizio, da non perdere.