All’assemblea della Lega il neo commissario della Toscana

Assemblea provinciale della Lega alla presenza del neo Commissario della Lega Toscana On. Daniele Belotti

di Laura Petreccia, Vito Capogna

Presso la Sala congressi di via Gobetti 9 , si è tenuta questa mattina 12 ottobre, l’Assemblea provinciale della Lega di Livorno alla presenza dell’On. Daniele Belotti, accolto dall‘On. Manfredi Potenti  commissario provinciale, dal Capogruppo in Consiglio Regionale Elisa Montemagni, dal Consigliere regionale Roberto Biasci e dal Responsabile Amministrativo nazionale Elena Vizzotto. Bellotti neo commissario della Lega Toscana, * stato nominato dal segretario Matteo Salvini in seguito alle dimissioni di Susanna Ceccardi. Classe 1968, giornalista pubblicista e consulente aziendale, Daniele Belotti è stato eletto alla Camera dei deputati nel 2018 nella circoscrizione Lombardia 3. Il parlamentare della Lega è membro della Commissione Cultura, scienza e istruzione. Si é trattato del primo incontro ufficiale di Belotti con i soci sostenitori, militanti della provincia ed anche l’occasione per fare la quadra sulle tante problematiche territoriali. ” Si guarda oltre, l’obiettivo sono le regionali 2020– ha esordito Belotti-. I risultati delle passate amministrative consegnano un 25% in crescita della Lega contro un calo intorno al 35% del PD. Con l’Umbria e l’Emilia, la Toscana è la regione su cui maggiormente si accentrano gli obiettivi”. Le problematiche legate alla Sanità con liste di attese chilometriche, reparti di Oncologia smantellati, reparti Malattie Infettive chiusi, le politiche dei Rifiuti che tendono soltanto a chiudere Termovalorizzatori senza peraltro offrire soluzioni per 600.000 tonnellate di rifiuti da smaltire, sviluppo economico da incentivare, con tassi di disoccupazione che arrivano oltre il 30%, necessitano di un’ organizzazione di partito che sia capillare, articolata, in dialogo a vari livelli tra le istituzioni, i direttivi, le sezioni il cui obiettivo è la partecipazione dal basso delle persone.” La sede della Lega è il gazebo”, il leit motiv , pilastro del movimento politico. Autorevolezza, serietà, suddivisione di responsabilità, gruppi di lavoro, presidio nei quartieri, liste elettorali con candidati in grado di rivestire ruoli dirigenziali, sono le dinamiche condivise su cui la Lega organizza i propri militanti sostenitori ed attivisti nelle sezioni di appartenenza.