“Il treno delle 8,28” a Villa Maria

“Fantasy, fantascienza e paura tra letteratura e cinema”. Incontro con Valentina Paoletti Lombardi, autrice di “Il treno delle 8.28”
con partecipazione di Lukha B.Kremo, alla biblioteca di Villa Maria

Con l’arrivo dell’autunno sono riprese le attività della Biblioteca di Villa Maria – centro di documentazione sulle arti dello spettacolo – denominate “Una giornata particolare”, in omaggio al celebre film di Ettore Scola del 1977, con Sofia Loren e Marcello Mastroianni. La rassegna a cura di Coop. Itinera, che prosegue per il secondo anno, si tiene come di consueto il venerdì, alle ore 18.30, con approfondimenti fra cinema e teatro. Venerdì 25 ottobre, secondo appuntamento, vede ospite l’attrice e scrittrice Valentina Paoletti Lombardi, attrice, acting coatch, poetessa e scrittrice, è autrice del romanzo “Il treno delle 8.28”, con la partecipazione di Lukha B.Kremo, premio Urania 2015 e Premio Robot 2018, noto ai lettori della fantascienza e del fantastico sia come autore che come editore. Il tema dell’incontro a cura del FIPILI Horror Festival è “fantasy, fantascienza e paura tra letteratura e cinema”. Introduce Alessio Porquier, direttore artistico del FIPILI Horror Festival, seguiranno cortometraggi sul tema. Ripartono inoltre le visioni collettive del martedì pomeriggio alle 17.00: il mese di ottobre sarà dedicato alla regista Lina Wertmuller, in occasione dell’Oscar alla carriera. Da novembre a febbraio, in concomitanza con la mostra “Modigliani e l’avventura di Montparnasse” che avrà luogo al Museo della Città di Livorno, le proiezioni del martedì alle 17, della biblioteca di Villa Maria, saranno dedicate a film su Parigi, la capitale artistica mondiale a cavallo fra Ottocento e Novecento, sugli artisti che vi hanno operato, e in particolare su Amedeo Modigliani. Sarà un modo per condividere le emozioni del cinema e quelle della pittura nell’anno delle celebrazioni dell’artista livornese più celebre di sempre: Amedeo Modigliani.