Occhio agli acquisti on line

La trasmissione dei dati personali mette a rischio la nostra sicurezza, permettendo di essere tracciabili

di Andrea Sargenti

Nella Sala Ferretti della Fortezza Vecchia ieri 22 gennaio si è svolto il meeting dal titolo: “Cybercrime ed E- Commerce chi resta impigliato nella rete?” organizzato dal Propeller Club
A moderare il seminario è stata Gloria Giani presidente del Propeller Club.
Sono stati affrontati con molto stile il tema dell’incoscienza e dell’inconsapevolezza, da
parte di milioni di utilizzatori di internet negli acquisti online. “Si utilizzano i siti e –
commerce – ha detto Giuseppe Napoleoni – direttore Interregionale dell’Agenzia
delle Dogane e Monopoli della Toscana – per acquistare on line, senza sapere che sono
un forte elemento di rischio, perché lasciamo i nostri dati personali e sensibili, i nostri
numeri di carta di credito con la certezza di essere sicuri, in verità siamo tracciabili.
Riconoscere i siti fidati da quelli truffa è sempre più difficile e per quanto ci si sforzi di
mettere in sicurezza le infrastrutture informatiche ed i siti web, c’è sempre la potenziale
falla in agguato nei sistemi, che porta inevitabilmente al furto di dati “.
Il dibattito è proseguito affrontando nello specifico le tematiche sul Darknet e sul
Cybercrime con particolare attenzione alla contraffazione di prodotti.