Aiuti a fondo perduto per professionisti e imprese

Aperto il Bando regionale per i Protocolli d’ insediamento a favore delle imprese e dei liberi professionisti che vogliano investire a Livorno

Contributi in conto capitale a fondo perduto per 780 mila euro, assegnati tramite procedura a sportello

Come preannunciato nei giorni scorsi dall’assessore comunale allo Sviluppo Gianfranco Simoncini, è aperto, dalle ore 12 di oggi mercoledì 5 agosto, il Bando regionale per i Protocolli di insediamento a favore delle imprese e dei liberi professionisti che intendano attivare progetti di investimento, finalizzati ad incrementare l’occupazione, sul territorio del Comune di Livorno. Si tratta di contributi in conto capitale a fondo perduto, assegnati tramite procedura a sportello. La dotazione finanziaria è di 780 mila euro, dopo l’ammissione del giugno 2020 di 4 progetti che hanno visto assegnati 820 mila Euro del milione e 600 mila euro destinati al territorio del Comune di Livorno dall’Accordo di programma “Per la realizzazione del polo urbano per l’innovazione di Livorno”.
L’investimento ammissibile è tra i 200 mila euro e il milione e mezzo di euro, le spese ammissibili debbono riguardare le seguenti tipologie: interventi di ricerca industriale e sperimentale, investimenti materiali e immateriali destinati alla creazione di un nuovo investimento o ampliamento di uno stabilimento esistente, interventi per la creazione o rafforzamento di infrastrutture di ricerca private.

La presentazione delle domande dovrà avvenire online tramite il sito di Sviluppo Toscana, al seguente indirizzo: https://www.sviluppo.toscana.it/pdi_li dove possono essere recepiti tutti i contenuti del bando.

“La volontà dell’Amministrazione comunale di Livorno – sottolinea l’assessore Gianfranco Simoncini- in questi mesi di difficoltà economiche legate al Covid-19, non è soltanto quella di sostenere con misure fiscali o interventi di supporto le imprese ed i professionisti che hanno avuto danni rilevanti dall’emergenza sanitaria, ma anche di sostenere chi intende intervenire per rilanciare le proprie attività. Per questo, oltre ad interventi come il contributo alle spese di locazione per le microimprese, stiamo cercando di attivare una serie di misure a favore di chi vuol investire sul futuro della propria attività. Va in tal senso – evidenzia l’assessore – la richiesta fatta alla Regione di riattivare, subito dopo la prima fase di valutazione dei progetti, il bando sui protocolli di investimento. Esprimo a questo proposito soddisfazione per la risposta immediata a questa richiesta, da parte della Regione, e in particolare per la scelta della procedura a sportello, che permetterà una valutazione ancora più rapida degli investimenti. Oltre all’intervento regionale – conclude l’assessore Simoncini – interverremo anche direttamente come Comune, e già domani è previsto l’incontro con le rappresentanze di impresa, per presentare le linee di massima del prossimo bando per 200 mila euro rivolto a interventi innovativi da parte di micro e piccole imprese, liberi professionisti, con particolare attenzione alle iniziative giovanili.”