10000 Euro della Cei alla Casa di Accoglienza

Proclamati i vincitori di TuttixTutti, il concorso nazionale Cei rivolto alle parrocchie, che premia i progetti di utilità sociale coniugando solidarietà e formazione. Alla chiesa Santa Elisabetta Anna Seton il terzo premio.

La parrocchia Santa Elisabetta Anna Seton di Livorno ha vinto, su 10 progetti, il 3° premio da € 10.000 con cui rinnoverà la “ Casa d’Accoglienza” , da 20 anni punto di riferimento per i familiari dei degenti in cura nel vicino ospedale cittadino.
Sono stati proclamati i 10 vincitori di TuttixTutti, il concorso che premia i progetti di utilità sociale delle parrocchie coniugando solidarietà e formazione. 394 parrocchie candidate valutate in base all’utilità sociale del progetto, alla possibilità di risolvere problematiche presenti nel tessuto sociale, alla capacità di dare risposta a bisogni della comunità di riferimento e l’eventuale creazione di nuovi posti di lavoro . Ristrutturare la “Casa di Accoglienza” della parrocchia Santa Elisabetta Anna Seton. Questo
l’obiettivo del progetto livornese, vincitore del 3° premio, che si propone di rinnovare l’ampio appartamento della canonica
che, da 20 anni, offre ospitalità ai familiari dei pazienti, ricoverati presso l’Ospedale Civile di Livorno, con difficoltà di tipo socio-assistenziale o che hanno necessità di sottoporsi a terapie in day-hospital (trattamenti per i quali non è previsto il ricovero ospedaliero). Attiva 7 giorni su 7, 24 ore su 24, è composta da tre camere con bagno per un totale di 7 posti letto, una cucina e un salotto in comune, dove è possibile guardare la televisione e condividere confortevolmente i pasti. Attigua all’abitazione del parroco e della comunità dei missionari vincenziani offre una vicinanza concreta a vantaggio degli ospiti, contribuendo a contrastare la solitudine e le situazioni di marginalità. Le offerte raccolte, grazie alla generosità dei parrocchiani, coprono solo le spese ordinarie e sono insufficienti per realizzare improrogabili lavori di manutenzione straordinaria.
Frutto di un’azione pastorale che risponde ad una richiesta concreta della comunità, la Casa svolge un ruolo di accoglienza fondamentale per coloro che devono affrontare una malattia insieme al disagio di una permanenza fuori dal proprio contesto familiare. Il gruppo di padre Carmine Madalese potrà realizzare, dunque, il proprio obiettivo; grazie al contributo di € 10 mila vinto potranno essere pianificati i lavori di manutenzione straordinaria, finalizzati alla ristrutturazione della casa. Entro la fine del 2019 si prevede l’adeguamento dell’impianto di riscaldamento/condizionamento, il rinnovo degli arredi e la dichiarazione di conformità degli spazi. “ TuttixTutti ” rappresenta una grande opportunità per le parrocchie. Il nostro concorso nazionale ha
contribuito, in otto anni di storia, alla realizzazione di moltissime proposte che offrono risposte concrete ai bisogni delle famiglie, dei giovani e degli anziani afferma Matteo Calabresi, responsabile del Servizio Promozione Sostegno Economico della Chiesa cattolica.