2 Novembre alla Misericordia

Giusti: curiamo più il corpo che l’anima, ma solo lei porta al paradiso.

Commemorazione dei defunti al nuovo cimitero della Misericordia, nella nuova cappella inaugurata ed intitolata a San Matteo il 20 marzo 2010. La S.Messa celebrata alle 16,30 dal vescovo Simone Giusti, che nel cimitero della Misericordia ha concluso il giro dei camposanti che era iniziato alle ore 9,00 al cimitero della Cigna. ” Viviamo nella preoccupazione di curare il nostro corpo, ma non pensiamo mai al nostro spirito – ha esordito Giusti nell’omelia – appena abbiamo un malessere ricorriamo al medico perché vogliamo giustamente vivere sani, ogni tanto però bisognerebbe anche confessarsi perché anche la nostra anima ha bisogno di cure. Il corpo al termine della vita, che prima o poi finirà, ebbene il corpo lo lasciamo qui, l’anima no. Solo lei è la chiave per il paradiso e dobbiamo sperare che quando arriverà la nostra ultima ora, essa sia candida “. Presenti alla celebrazione Eucaristica, l’ex prefetto Domenico Mannino Commissario della Misericordia ed alcuni volontari della Confraternita.

Roberto Olivato