Corteo senegalese in centro

di Roberto Olivato

Lo scorso giovedì il sindaco Nogarin fece sapere che l’ex rappresentante della comunità senegalese di Livorno, Diop Mbaye, aveva comunicato di aver organizzato una manifestazione di protesta nel centro della città per sabato prossimo, in seguito alla vicenda di Thiam Gora, l’uomo di 59 deceduto in ospedale il 15 gennaio scorso e seppellito al cimitero dei Lupi tre giorni più tardi, dopo che nessun familiare si era presentato a reclamarne il corpo. Questa mattina, come promesso, il centro città è stato attraversato da un corteo di un centinaio di senegalesi che al grido “dignità” attaccavano il sindaco ed anche il presidente della Regione Rossi, circa la mancanza, secondo loro, di rispetto umano verso il loro connazionale, per non aver informato nessuno della comunità e tantomeno l’ambasciata, preferendo agire in autonomia. Sempre Nogarin aveva avuto modo di dire ” la vicenda é stata risolta positivamente meno di 48 ore dopo che ne siamo venuti a conoscenza, con il Comune e l’Asl che hanno disposto a tempo record l’esumazione del corpo e la restituzione ai familiari, dimostrando sensibilità e rispetto per il dolore di queste persone. Tutti hanno diritto di manifestare, ma questa volontà di alzare i toni denota un’inaccettabile mancanza di rispetto per l’intera città”.  Rivolgendosi agli organizzatori della manifestazione queste le parole di Nogarin ” Se qualcuno intende scatenare un incidente diplomatico per riguadagnare credibilità personale all’interno della comunità senegalese, troverà in me un ostacolo insormontabile ” Molto probabilmente questa vicenda sarà destinata a lievitare, visto che nel frattempo si è inserito anche il ministero degli esteri del Senegal.