A rischio chiusura per il ponteggio

Per il ponteggio in viale Petrarca a rischio posti di lavoro. Il motivo è la causa in corso fra l’impresa edile e gli inquilini. L’appello al futuro sindaco affinché interceda perché almeno l’area commerciale venga riportata alla luce.  

di Roberto Olivato

Accorato appello di un dipendente della Domus srl a rischio chiusura, per il perdurare dello stallo di una situazione veramente incomprensibile, che riguarda i ponteggi che avvolgono il palazzo di viale Petrarca da molti e forse troppi anni, oscurando le vetrine del negozio di articoli per il bagno ma non solo. L’inspiegabile incancrenita situazione dei ponteggi a Livorno oltre che offrire, fra le altre cose, una pessima immagine della città mette come in questo caso, in seria difficoltà ed a rischio chiusura diverse attività commerciali e quindi nuova disoccupazione, come se ne avessimo bisogno, senza che nessuno se ne preoccupi. L’appello di Marco Grassi, uno dei dipendenti della Domus srl, lo giriamo ai candidati a sindaco Luca Salvetti e Andrea Romiti, affinchè chi s’insedierà sullo scranno di primo cittadino,questa situazione la ponga in evidenza nella propria agenda sin dal primo giorno del suo insediamento, trasformando i buoni intendimenti circa il miglioramento del degrado cittadino e sul lavoro, in fatti. Il mancato smontaggio del ponteggio di viale Petrarca è dovuto alla causa in corso fra l’Aretusa Edilizia srl e gli inquilini del palazzo per il mancato pagamento dei lavori effettuati, questo l’impresa ci ha detto telefonicamente. Conoscendo i tempi della Giustizia si prevede che i tubi resteranno ancora per parecchio tempo.  Forse il futuro sindaco potrebbe interessarsi ed attivarsi, affinché venga liberata dall’ingabbiamento almeno la parte delle vetrine, in quanto l’attività commerciale non rientra nella querelle in corso. Non è solo questione di estetica ma soprattuto si tratta di salvaguardare dei posti di lavoro e Dio sa quanto la nostra città ne abbia bisogno. Quello dei ponteggi a Livorno è comunque un problema che si estende in città a macchia di leopardo, oltre alla pesante situazione di viale Petrarca, abbiamo quella del palazzo del tribunale in via De Lardarel, in Scali d’Azeglio, in via Maggi e potremmo continuare. Pertanto al nuovo sindaco giriamo l’appello dei dipendenti della Domus srl, con la speranza o meglio la certezza che il problema venga risolto nel più breve tempo possibile. Questo sarebbe un vero segnale di cambiamento rispetto alla precedente Amministrazione.

La lettera di Marco Grassi

“Buongiorno le parlo da dipendente Domus srl, prestigiosa società livornese in ambito arredo bagno e pavimenti. Viviamo una crisi importante, una delle cause sono i ponteggi che sovrastano il nostro showroom di viale Petrarca, ponteggi che 4 anni fa furono allestiti per la facciata del palazzo sopra di noi e che per vari motivi sono stati abbandonati, non per cause riconducibili a noi, ma di fatto abbiamo le vetrine oscurate sull’affaccio più importante e strategico, quello sull’Aurelia. Stiamo rischiando forte, perché è come fossimo quasi spariti dal mercato pur portando avanti lavori, livello occupazionale e competenza”.