Addio Agatina

di Fabio Papini

L’Italia ha perso ieri una grande pittrice: Agatina Cosentino (in arte Cosaga), nata a Catania il 13 ottobre 1928 e morta a Livorno ieri, 27 febbraio 2020. I Funerali si terranno domani, 29 febbraio ore 15.00, presso la Chiesa di San Simone ad Ardenza . Gioia e dolore si mescolano nel mio animo. Agatina, Tina per gli amici, era una vera Signora. Della sua Sicilia aveva gli antichi tratti nobiliari, ma non quelli dei titoli, soprattutto i tratti di un “animo gentile”, come la ricordano tutti quelli che l’hanno conosciuta. Pittrice e grafica di valore, moltissimi a Livorno la ricordano per il suo impegno nel sociale: alla Fidapa o alla Università della Terza Età, dove insegnava con maestria l’arte grafica.  Ha tenuto personali in Italia e all’estero ed alcuni suoi prestigiosi quadri sono custoditi nel suo caro Santuario di Montenero: vi consiglio di andare ad ammirare e contemplarli, specialmente il “Gesù dell’Accoglienza”.
“La chiamerei l’artista, la pittrice del ritratto, particolarmente femminile, che contiene in sé qualcosa di sovrumano…” (d. Paolo Favarato, o.s.b.).
Livorno e l’Italia dovranno ora non disperdere l’immenso patrimonio artistico della Signora Tina Cosentino in Nicolosi, donna e mamma sopraffina.
Ci stringiamo tutti intorno ai suoi due amati figli: Giuseppe e MariaVita.