Alcuni perché sulla mancata celebrazione funebre per il diacono Votino

di Roberto Olivato

Da indiscrezioni sembrerebbe che il mancato svolgimento della celebrazione funebre per Claudio Votino, sia dovuto ad alcuni fattori. Il primo la mancata autorizzazione dei genitori allo svolgimento a Livorno dei funerali del figlio, che vorrebbero avvenissero a Bonea, paese di origine in provincia di Avellino del giovane seminarista. La seconda voce parlerebbe di un’autopsia , decisa per capire la o le cause del malore accusato da Claudio. Staremo a vedere, quello che non comprendiamo è il diniego dei genitori affinché la S.Messa funebre non si svolga a Livorno dove ha sede il Seminario cittadino e parrocchie, presso le quali per anni il loro figlio ha prestato il suo servizio . Staremo a vedere e soprattutto a seguire gli sviluppi di questa poco chiara vicenda.