Bandiera Blu a Livorno

Bandiera Blu al Comune di Livorno anche per il 2020. Il prestigioso riconoscimento assegnato dalla Foundation for Environmental Education

A causa dell’attuale situazione di emergenza sanitaria, non si è potuta tenere la tradizionale cerimonia di consegna del prestigioso riconoscimento nella sede del CNR a Roma. La Bandiera Blu 2020 è stata quindi presentata con una videoconferenza che si è tenuta nei giorni scorsi, e alla quale hanno partecipato i rappresentanti dei 195 Comuni italiani premiati. Grande soddisfazione per questa conferma è stata espressa dal sindaco Luca Salvetti, dall’assessore al turismo Rocco Garufo, dall’assessora all’ambiente Giovanna Cepparello e dall’assessora al demanio Viola Ferroni.

Il riconoscimento, rilasciato dalla Foundation for Environmental Education, viene assegnato ogni anno a quelle località di mare che rappresentano l’eccellenza in termini di qualità delle acque di balneazione, pulizia delle spiagge, qualità dei servizi, misure di sicurezza per i bagnanti, adeguata cartellonistica informativa sull’ecosistema e sulle modalità di fruizione della spiaggia, iniziative di educazione ambientale.

I criteri e i parametri utilizzati dalla FEE sono molto selettivi, quindi per le amministrazioni comunali riuscire a mantenere la Bandiera Blu comporta un sempre maggiore impegno nella tutela dell’ambiente e del territorio, e nel livello dell’offerta turistica. Per Livorno potranno fregiarsi della Bandiera Blu, in particolare, i tratti di costa Tre Ponti, Spiaggia del Sale/Roma, Rex, Cala del Miramare, Rogiolo, Cala Quercianella.

In base al regolamento della FEE, quest’anno il vessillo potrà essere issato da sabato 13 giugno a domenica 13 settembre. “Come Amministrazione comunale – ha dichiarato l’assessore Garufo – ci auguriamo che per i titolari di tutti gli stabilimenti balneari livornesi questo riconoscimento possa costituire una motivazione in più per aprire, malgrado le enormi difficoltà e le pesanti restrizioni imposte dalla situazione sanitaria”.

“Per quanto riguarda le acque di balneazione – dichiara l’assessora Cepparello – stiamo lavorando per migliorarne la qualità su tutto il territorio, in collaborazione con ASA e Genio Civile, sfruttando le opportunità che ci offrono i lavori di messa in sicurezza del post-alluvione”.