Festa del Voto

Compie 276 anni la Festa del Voto, in piazza Grande recita del Rosario e omaggio floreale alla Madonna. Il prologo venerdì mattina in Cattedrale con i bambini delle scuole cattoliche 

di Roberto Olivato

Siamo ormai prossimi alla “Festa del Voto” che sabato 27 gennaio alle 17,30 in piazza Grande, vedrà la cittadinanza raccogliersi attorno al vescovo Simone Giusti, alla presenza delle autorità civili e militari della città, per presenziare alla deposizione dell’omaggio floreale all’ immagine della Madonna delle Grazie, issato come consuetudine con un’autoscala dei Vigili del Fuoco. Dopo la recita del Rosario e l’omaggio floreale, alle ore 18 con una breve processione i presenti si trasferiranno in Cattedrale per la concelebrazione della S.Messa presieduta dal vescovo Giusti, al termine della quale l’Arciconfraternita di S.Giulia offrirà la cera votiva, donata dal Comune di Livorno. La tradizione religiosa di questa festa è legata alla promessa fatta dalla Chiesa livornese, di offrire ogni anno alla Madonna, la cera necessaria per alimentare la lampada al Santuario di Montenero, dopo che nel 1742 un devastante terremoto colpì la città, senza però causare vittime. Prologo alla giornata del Voto sarà un omaggio alla Madonna di Montenero, che dal 1947 è anche Patrona della Toscana, da parte dei bambini delle scuole cattoliche, che venerdì 26 gennaio alle ore 11,00 si troveranno in Cattedrale assieme al vescovo per un momento di preghiera.