Festa di San Giovanni Bosco

Festa in Coteto per San Giovanni Bosco il santo dei giovani. Il vescovo: bisogna essere attenti alla chiamata di Dio. Quattro aspiranti seminaristi allontanati dal Seminario diocesano

di Roberto Olivato

I festeggiamenti per San Giovanni Bosco, il santo dei giovani, erano iniziati questa mattina in Cattedrale con la gioventù Salesiana che ha invaso festosamente la navata alla presenza di monsignor Simone Giusti. In serata altro impegno per il vescovo che in Coteto alla parrocchia di San Giovanni Bosco ha concelebrato col parroco Luciano Musi una S.Messa . “ Il Signore parla ad ognuno di noi, basta saperlo ascoltare ed è quello che Giovanni Bosco seppe fare”. Dopo un breve riassunto della vita del Santo che per alcune vicissitudini famigliari ha paragonato alla vita di don Musi, il vescovo ha ricordato che quando il Signore ci parla bisogna essere attenti a capire se quelle parole hanno colpito nel nostro cuore accendendo la fiamma della vocazione: “ Quando Dio ci chiama ci rendiamo conto che tutto passa in secondo piano- ha proseguito Giusti- ma se è poco chiara quella voce è meglio pensarci prima di scegliere la via del sacerdozio”. A tal proposito ha ricordato come ben quattro ragazzi del nostro Seminario sono stati allontanati perché non era convincente la loro vocazione. Nel corso della celebrazione Eucaristica il vescovo, attorniato dai bambini della parrocchia si è avvicinato alla statua di San Giovanni Bosco per la recita di una preghiera e la benedizione. Monsignor Giusti è una notizia aver sentito che ha allontanato quattro seminaristi, con la crisi vocazionale in atto. “ Quelli allontanati dal Seminario erano aspiranti seminaristi. Prima di entrare ufficialmente in seminario deve passare un anno, nel corso del quale i giovani vengono osservati e se viene riscontrata la mancanza vocazionale si invitano ad uscire.” Con questi quattro fuori, quanti seminaristi sono oggi presenti in diocesi? “ Attualmente nove e devo dire che è ancora un bel numero. Poi il 2 febbraio in occasione della Giornata per la Vita Consacrata avremo una ragazza che sarà suora ”