Festa e commozione a S. Caterina

di Roberto Olivato

Lunedì 25 giugno alle ore 17 la Chiesa di Santa Caterina é stata protagonista di due importanti eventi, il primo legato al ritorno in parrocchia della statua di Gesù della Pietà, dopo sessanta giorni di restauro eseguito dalla dottoressa Rosa Anzani. La statua per l’occasione alle ore 17 è stata portata in processione dagli scali del Pontino, dove ha sede la casa della restauratrice, sino alla chiesa di Santa Caterina in piazza dei Domenicani. Dopo la recita del Rosario alle 18,00 é seguita la celebrazione della S.Messa presieduta dal vescovo Simone Giusti. Il secondo evento è stato rappresentato  dai festeggiamenti per il primo lustro di sacerdozio di don Michele Esposito oggi parroco di Santa Caterina, don Rosario Esposito attuale parroco della Sacra Famiglia, don Luca Esposito parroco dei SS. Pietro e Paolo e don Luigi Falanga viceparroco in Collinaia alla chiesa di Nostra Signora di Lourdes. Prendendo spunto dalla statua raffigurante Cristo sofferente, monsignor Giusti ha ricordato come la faccia sofferente di Gesù ed il suo corpo martoriato, come evidenziati nella statua, invitino tutti noi a soprassedere all’odio ed alla vendetta rifugiandoci nell’amore di Nostro Signore, il quale nonostante le cattiverie, umiliazioni e violenze subite è sempre stato pronto a perdonare in virtù dell’amore che nutre per ognuno di noi. Al termine delle celebrazione Eucaristica i festeggiamenti per i quattro sacerdoti, accompagnati da uno scrosciante applauso dei fedeli presenti.