Firmato il Patto lavoro del sistema Città-Porto

Firmato il Patto per il lavoro, la competitività e la coesione sociale del sistema città porto di Livorno

di Roberto Olivato

Presentato e firmato questa mattina 7 aprile alle ore 12 nella Sala Consiliare del Palazzo Comunale, il Patto per il lavoro, la competitività e la coesione sociale del sistema città porto di Livorno.

Il Patto è stato presentato dall’assessora al Porto Barbara Bonciani, alla presenza del Sindaco e di tutti i sottoscrittori:

il Presidente dell’Adsp Luciano Guerrieri, Il Presidente di Confindustria Livorno e Massa Carrara Piero Neri, Marco Mignogna (Assiterminal), Enrico Bonistalli (Asamar), Gloria Dari (Spedimar e Confetra), Massimo Angioli (CNA), Federico Barbera (Assimprese), Enzo Raugei (Ancip) Jari De Filicaia (Lega Cooperative) , Giuseppe Guggiardo (Filt-Cgil), Gian Luca Vianello (Uiltrasporti) e Dino Keszei (Fit-Cisl).

” Amministrare una città– ha esordito il sindaco Salvetti- vuol dire fare cose concrete, come strade, case, ambiente, ma anche saper creare rapporti interpersonali. Applicati nell’ambito portuale questi rapporti, grazie anche al consenso dell’intero Consiglio Comunale, hanno portato alla formulazione di documenti importanti come è il Patto che andremo a firmare con tutti i soggetti che hanno aderito, con consapevolezza e con spirito costruttivo per il bene del futuro del Porto e della Città.”

” Il Patto per il lavoro– ha spiegato l’Assessora Barbara Bonciani- ha lo scopo di avviare e sostenere un percorso di collaborazione fra Comune di Livorno e comunità portuale, che guardi al futuro economico e sociale del porto e della città di Livorno, in un clima costruttivo di comunità e leale collaborazione, per favorire la competitività dell’intero sistema portuale e dell’intera catena logistica integrata, a favore della città, delle imprese e dei lavoratori. In particolare– ha proseguito la Bonciani– il Patto intende avviare una collaborazione di comunità sul futuro del porto legato all’introduzione dell’innovazione tecnologica. La Darsena Europa ed i magazzini retroportuali saranno semiautomatizzati. Queste innovazioni incidono sulla forza lavoro e sull’organizzazione del lavoro, rendendo necessariamente professionalità diverse. La sfida– ha concluso l’assessora- è quella di anticipare e governare i cambiamenti in atto favorendo la capacità di mantenere e creare posti di lavoro di qualità.”

Il Patto è stato redatto e condiviso dai firmatari nell’ambito della cabina di Regia Città-porto coordinata dal Comune di Livorno con Adsp MTS e alla comunità portuale. Al termine della presentazione e degli interventi delle parti in causa, si è proceduto con la firma del Patto da parte di tutti i soggetti coinvolti nel progetto.

Questi i punti più importanti del Patto:

a) Favorire un clima di confronto aperto tra tutti gli attori del sistema portuale e logistico  

b) Supportare lo sviluppo del porto creando un rapporto più sinergico fra istituzioni

c) Facilitare l’offerta integrata delle infrastrutture portuali e retroportuali

d) A supporto della competitività e produttività del porto, facilitare, percorsi di professionalizzazione e riqualificazione dei lavoratori

e) Supportare ed estendere un sistema di relazioni internazionali, strutturato fra il porto e la città-porto di Livorno e Paesi e territori che vantano interessi commerciali con lo scalo e rafforzare l’immagine del porto, della città e delle imprese in ambito internazionale.