Genocidio Armeno

Oltre un milione di cristiani uccisi, ricordati nell’incontro con gli studenti e nella conferenza in via delle Galere. La mostra allestita presso la chiesa Armena.

di Roberto Olivato

Una mostra fotografica itinerante quella che il 17 gennaio sarà inaugurata presso la chiesa Armena in via della Madonna. “Metz Yeghern” ( Grande Male in lingua armena ndr) questo il titolo della rassegna fotografica, che racconterà del genocidio del popolo armeno avvenuto nel 1915 ad opera dei turchi, che secondo alcune stime causò oltre un milione di morti, per la maggior parte residenti nella regione dell’Anatolia. A ricordare il Genocidio furono papa Giovanni Paolo II ed il patriarca armeno nel 2001, definendo quello armeno il primo  

genocidio del XX secolo, perpetrato contro i cristiani. Presentata a Milano nell’aprile dello scorso anno la mostra, giunge a Livorno grazie all’Associazione culturale Cassiodoro, in collaborazione col Comune e l’Archivio di Stato di Livorno e sarà presente nella nostra città sino al 17 febbraio. Il programma della giornata di apertura del 17 gennaio prevede alle ore 9,00 un incontro con gli studenti presso il teatro 4 Mori. Nel pomeriggio alle ore 17,00 conferenza sul Genocidio presso l’Auditorium del centro culturale diocesano in via delle Galere 35. Al termine della riunione trasferimento in via della Madonna presso la chiesa Armena, per l’inaugurazione della mostra fotografica che per un mese sarà aperta tutte le mattine, esclusa la domenica, dalle ore 9,00 alle ore 13,00