I commercianti di Buontalenti incontrano l’Amministrazione

Presentate agli assessori Viviani e Garufo le richiese dei commercianti del centro, in crisi da molto tempo. L’impegno dell’ Amministrazione a trovare soluzioni migliorative per commercio e residenti.

di Roberto Olivato

Riunione dei commercianti, sotto i portici di via Buontalenti questa sera, guidati da Simone Toschi presidente commercianti Buontalenti e Barbara La Comba presidente de Il Giglio, l’associazione dei commercianti e residenti il centro cittadino. Ad ascoltare le richieste dei commercianti e residenti, gli assessori Silvia Viviani all’Urbanistica e Rocco Garufo al Commercio e Turismo. Quale presidente dei commercianti di Buontalenti può riassumerci le vostre richieste?Chiediamo la riqualificazione di questo mercato anche perché ci sono diversi banchi chiusi che oltre a deturpare la vista, intralciano il commercio dei commercianti presenti, il cui numero si é assottigliato in questi ultimi anni.” Cosa vi aspettate dall’attuale Amministrazione? “ Una maggiore attenzione verso le nostre richieste, che la precedente Giunta non ha mai preso in considerazione. Auspichiamo un intervento in tempi stretti per ridare ossigeno a tutti i commercianti presenti in questa area, che per troppi anni sono stati dimenticati o peggio ancora, snobbati.” A completare il pensiero di Toschi, Barbara La Comba “ Auspichiamo una rivalutazione di tutta l’area mercatale, perché è il cuore pulsante commerciale della città. Se dovessero chiudere questi banchi ne risentirebbe buona parte delle attività commerciali. Devo ammettere che rispetto allo scorso anno– ha proseguito La Comba – abbiamo riscontrato una maggiore attenzione ai nostri problemi e reali aperture all’ascolto da parte degli assessori Garufo e Viviani, come dimostra la loro presenza oggi qui fra i commercianti di via Buontalenti.” Premettendo di non avere bacchette magiche l’assessore Viviani ha ricordato “ Parlare di politiche commerciali fini a se stesse non é corretto, quelle politiche devono essere inserite in un piano più complesso che riguarda la mobilità e le esigenze dei residenti, non é quindi una cosa semplice. Essere qui tutti oggi – ha sottolineato Viviani- Amministrazione, commercianti e residenti é la dimostrazione dei tanti interessi in gioco. Il degrado diffuso ha bisogno di interventi mirati, partendo da ogni luogo, ogni piazza, analizzando le varie realtà, perché ogni percorso ha un suo carattere. E’ necessario pertanto costruire una mappa di questi luoghi di come si vive e di come si lavora. Grazie alla vostra collaborazione– ha concluso l’assessore all’urbanistica- potremo ottimizzare al meglio questa mappatura, coinvolgendo l’Ordine degli Architetti e il Consiglio Nazionale degli Architetti per programmare una piattaforma d’interventi, con concorsi per chiamare idee esterne per poter essere guardati ed aiutati anche dagli altri.” L’incontro che ha visto momenti di vivace dibattito, si é concluso come avviene in questi casi, con alcune promesse e molte aspettative: gli assessori di passare dalle parole ai fatti per non perdere la credibilità riposta in loro ed i commerciati e residenti di saper pazientare, come sono stati abituati ormai da anni.