Il punto del sindaco

“L’Istituto Superiore della Sanità ci dice che la curva dei contagi rallenta, che il picco però deve essere ancora raggiunto e che il tenore e la durata della discesa dipenderà moltissimo dai nostri comportamenti, dalla capacità di adeguarci come singoli e come nuclei familiari alle prescrizioni di distanziamento sociale che al momento sono l’unico strumento da opporre alla pandemia. Questo vale per l’intero paese e vale ancora di più per la nostra città che in questa fase difficile è riuscita a mantenere numeri di contagio inferiori a gran parte del resto della regione. Oggi i numeri che ci arrivano dall’azienda usl Toscana nord ovest per la città di Livorno vedono 12 nuovi positivi per un totale di 100 (di cui 13 guariti e purtroppo 8 deceduti), 279 le persone in quarantena. C’è da sottolineare che i numeri più elevati degli ultimi giorni sono legati ad un aumento considerevole dei tamponi effettuati. In conclusione vorrei sottolineare il lavoro fatto dalla protezione civile del Comune di Livorno e dal sit (sistema informatico territoriale) con la preziosa collaborazione dell’ingegner Gentili, Amministratore delegato della Ldp, per la messa appunto di Smart – covid 19. Si tratta di un programma che consente la mappatura in tempo reale di tutte le persone che sono coinvolte in qualche maniera nel contagio (positivi, in stato di quarantena o in isolamenti), in modo tale da favorire il lavoro di enti, istituzioni e associazioni che devono aiutarle sia sotto il profilo sanitario che per quello dell’approvvigionamento di beni di prima necessità. Il sistema approntato e fatto partire in pochi giorni da Lorenzo Lazzerini (responsabile della protezione civile) e Alberto Ughi (responsabile del Sit) è stato preso come modello già da diversi comuni toscani.”