Il punto sul Coronavirus in città

Dopo le notizie circa il ricovero del primo livornese colpito dal Coronavirus, questa mattina é stata indetta una conferenza stampa alla presenza del sindaco Luca Salvetti, il prefetto Gianfranco Tomao, Annalisa Maritan Comandante della Polizia Municipale  e della vice sindaco Monica Mannucci . Ultime notizie: scuole chiuse da  domani 5 marzo

di Roberto Olivato

L’incontro con la stampa in tarda mattinata di quest’oggi 4 marzo, si é reso necessario per stemprare l’allarmismo ingiustificato dilagante in città.” In attesa di ulteriori disposizioni ministeriali, a Livorno abbiamo applicato tutto ciò che il protocollo prevede in conclamati casi di Coronavirus– ha esordito il sindaco Salvetti- é inoltre da precisare che il nostro concittadino si ha contattato direttamente il proprio medico, dopo aver riscontrato dei sintomi riconducibili al Coronavirus, oltretutto dopo essere rientrato da un viaggio a Bologna da lui considerata in zona rossa”. La gente si domanda chi sia questo paziente. ” Oltre che per motivi di privacy, la riservatezza é dettata dalla difesa del paziente per evitare di rappresentarlo come untore.” Sappiamo con quante persone é venuto in contatto da quando ha riscontrato i sintomi? Perché questo potrebbe tranquillizzare i cittadini. ” Il contagio é limitato a 12 persone e cioè la figli, la moglie, il medico curante e 9 operatori ospedalieri. Non deve assolutamente passare il messaggio del contagio esponenziale, perché come ricordato da scienziati e virologi, il virus ha un solo passaggio da paziente A a B, il paziente C non presenta alcun sintomo. Quindi lo ripeto e sottolineo, il contagio non é assolutamente esponeziale e quindi una volta isolati i pazienti B, il contagio é circoscritto.” A fronte di questo primo caso, avete previsto l’annullamento di manifestazioni pubbliche e la chiusura delle scuole? ” Attualmente non abbiamo ricevuto dal Governo, a cui facciamo riferimento per ogni nostra azione, alcuna disposizione in merito alla chiusura delle scuole (stante allle ultime disposizioni governative, giunte dopo la conferenza stampa,  scuole ed università saranno chiuse da domani 5 marzo sino a metà marzo ndr.) e pertanto invitiamo gli insegnanti a tranquillizzare i bambini, per quanto riguarda manifestazioni cittadine l’amministrazione non si opporrà a nessuna di esse, sino a quando non dovessimo ricevere indicazioni diverse dalla Regione.” Quali azioni come amministrazione siete pronti a mettere in atto dopo questa notizia? Come già detto, attueremo tutte le disposizioni che ci perverranno dalle autorità Regionale e Governative. Oggi pomeriggio– ha concluso Salvetti- mi recherò personalmente al Pronto Soccorso per rendermi conto di come é strutturata l’emergenza.” Il prefetto Gianfranco Tomao ha ribadito la necessità di mantenere l’anonimato del paziente, a salvaguardia della sua libertà Riteniamo inutile ed anzi controproducente segnalare il suo nominativo a salvaguardia della sua libertà futura nei rapporti interpersonali, che altrimenti lo vedrebbero segnalato come l’untore. Siamo in costante contatto con le autorità governative e vista la costante evoluzione degli eventi, le disposizioni cambiano di ora in ora e pertanto non é allo stato, possibile dare informazioni circa le nostre future attività.” Annalisa Maritan  ha descritto come si é organizzata la Polizia Municipale in questa emergenza ” In una sala operativa, abbiamo riunito personale con specifiche mansioni per poter far fronte a varie evenienze : Sanità, Volontariato, Infrastrutture e viabilità, Assistenza scolastica. I diversi operatori, monitorando le aree di loro competenza, sono messi in grado di agire tempestivamente in ogni segnalazione di criticità.” Per meglio monitorare l’emergenza, oltre alla Polizia Municipale anche l’Amministrazione si é attivata con il  Coc ( Centro Operativo Comunale) e la prefettura ha un proprio centro di coordinamento con Vigili del Fuoco e Forze dell’Ordine.