Il sindaco Salvetti ed il prefetto Tomao ringraziano

Il sindaco Luca Salvetti ieri pomeriggio ha ringraziato il personale comunale, i volontari e tutti i cittadini per l’alto senso di responsabilità dimostrato. Ai ringraziamenti del sindaco si uniscono anche quelli del prefetto Gianfranco Tomao

Anche quella odierna è stata un’intensa giornata di lavoro per gestire, relativamente a ciò che compete all’amministrazione, il quadro complesso legato all’emergenza Coronavirus.
Parto intanto dai numeri che oggi per la nostra città sono confortanti, nessun nuovo caso di positività segnalato.
Livorno che si protegge ha risposto bene per quel che riguarda la città e il rispetto del decreto da parte di chi lavora, non c’è stata invece una risposta adeguata di chi è abituato a trascorrere il tempo libero sul mare o nei parchi. Tante le segnalazioni di assembramenti e per questo è partita l’operazione “weekend a casa”. L’allert sistem ha cominciato ad inviare messaggi in questo senso e dalle prossime ore i mezzi della protezione civile con altoparlanti passeranno lungo il viale Italia per ricordare ai livornesi che ci si deve spostare da casa solo per Lavoro, per motivi di estrema necessità o per motivi di salute. Le forze dell’ordine e la municipale stanno intensificando i controlli e dopo i primi due giorni di opera di sensibilizzazione scatteranno le sanzioni. In queste ore la struttura comunale ha lavorato poi su molti altri fronti che riassumo in queste novità giornaliere:
E’ stata attivata la sospensione degli sfratti
Sono state sospese le visite in tutte le RSA comprese quelle di proprietà del Comune (Villa Serena e Pascoli)
I contrassegni per la sosta e i contrassegni per invalidi sono stati prorogati al 30 aprile
L’assessore Simoncini ha chiesto di bloccare i licenziamenti in attesa del Decreto Ministeriale relativo agli aiuti economici, che sarà varato venerdì prossimo 13 marzo.
Al mercatino del venerdì che si svolge in via dei Pensieri potranno aprire soltanto i banchi che vendono generi alimentari.
Nel fine settimana (sabato e domenica) chiuderanno le medie e grandi strutture di vendita ed i centri commerciali, potranno rimanere aperti soltanto farmacie, parafarmacie e punti vendita di generi alimentari (piccoli negozi e supermercati)
Per chiudere volevo segnalare che si è attivata un’ articolata rete di volontari che su tutto il territorio sta aiutando anziani e persone bisognose. A loro va il mio ringraziamento.

Il Prefetto di Livorno Gianfranco Tomao, in occasione della Pasqua vuole ringraziare tutti coloro che quotidianamente lavorano in questo difficile periodo che stiamo attraversando, a partire dai medici e personale sanitario che è in prima linea nella lotta al virus, alle Forze dell’ordine, ai Vigili del fuoco, alla Guardia Costiera, alle Forze armate, ai Sindaci e al personale degli uffici pubblici e privati che svolgono servizi per i cittadini, alle Polizie Provinciale e Locali, al personale dei supermercati e dei punti vendita ammessi, ai giornalisti che ci assicurano le informazioni tempestivamente, a tutti i volontari che si prodigano per i più deboli e bisognosi, a chi si occupa di tenere pulite le nostre città, ai lavoratori, sindacati e imprenditori che con senso di responsabilità stanno affrontando un grave momento per l’economia e l’occupazione e a tutti i cittadini che, con grande sacrificio, vivono giornate di enormi disagi. Ma il Prefetto vuole anche rassicurare tutti che non sarà abbassata la guardia contro i tentativi di eludere la normativa di contrasto alla diffusione del virus nel periodo pasquale. E, proprio nella giornata di ieri (10 aprile ndr), ha presieduto una riunione, in videoconferenza, del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, a cui hanno partecipato il Questore, Lorenzo Suraci, i Comandanti Provinciali dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, Massimiliano Sole e Gaetano Cutarelli, il Comandante della Direzione Marittima, Giuseppe Tarzia, i Comandanti della Polizia Stradale, della Polizia Provinciale e Comandanti delle Polizie Municipali di Livorno, Piombino e Cecina. Sono state decise misure energiche durante le prossime festività per evitare nel territorio provinciale spostamenti non giustificati, soprattutto verso le “seconde case” e le località turistiche, con accurati accertamenti agli imbarchi per le isole. I controlli già in atto da parte delle Forze dell’Ordine sono stati intensificati ulteriormente in tutte le città e sulle strade, anche con posti di blocco della Polizia Stradale lungo le arterie autostradali ed i principali itinerari stradali. Ci sarà anche la sorveglianza aerea per la perlustrazione del territorio, al fine di rilevare, in particolare, eventuali assembramenti di persone. I controlli in mare, che si estenderanno anche lungo tutta la fascia costiera e sull’arcipelago, saranno eseguiti dalla Guardia Costiera, mediante l’utilizzo di unità navali e di un elicottero, in costante collegamento con le unità navali in navigazione e con le sale operative delle Forze dell’Ordine. Fondamentale anche l’apporto del Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza, agli ordini del Comandante Amedeo Antonucci, con compiti di perlustrazione per rilevare con mezzi aeronavali le violazioni alla normativa anticoronavirus anche da parte dei diportisti.

Le Polizie locali di Cecina e Piombino utilizzeranno anche i droni, per concorrere alle attività di controllo coordinate dal punto di vista tecnico dal Questore. Insomma, uno schieramento di forze massiccio a tutela della salute di tutti, ma fondamentale resta la collaborazione dei cittadini al cui buonsenso il Prefetto fa appello: non vanifichiamo tutti i sacrifici fatti finora, restate a casa accanto ai vostri affetti e più celere sarà la possibilità di lasciarci alle spalle soltanto il ricordo di questo difficile periodo che stiamo vivendo.

A tutti giunga l’augurio del Prefetto di una Pasqua per quanto possibile serena.