Il valore dell’inconscio fra Sogno e Realtà

“Sogno e Realtà” in conferenza con il professor Bichisecchi

Al Cisternino di Città venerdì 17 maggio alle ore 17,30 con il prof. Roberto Bichisecchi  terrà una conferenza sul tema “Sogno e Realtà”. Lo psicologo, psicoterapeuta ma anche psicanalista Bichisecchi si soffermerà sul valore dell’inconscio. Un tempo l’esistenza degli esseri umani era molto legata alla natura nel suo insieme, alla complessità e al divenire. I sogni avevano un alto valore e la capacità, reale, di dare all’uomo i suggerimenti più giusti e in armonia con la realtà. Il motivo consisteva nel prestare più ascolto all’inconscio che, non essendo l’intelletto, ha sempre mostrato maggior sensibilità per la complessità e per la necessità. L’inconscio rappresenta la totalità, l’insieme mondo-essente. L’inconscio più profondo, che non si esprime con il linguaggio che usiamo quotidianamente, è in rapporto con il Tutto. Per questo è la verità. Per l’uomo, una fonte di verità oggi spesso inascoltata perché la maggiore attenzione è data all’intelletto che, diversamente dall’inconscio, separa una parte dalla realtà per cercare di controllarla e manipolarla, ma in questo modo non si è più in sintonia con il divenire e ci separiamo dalla totalità e dalla sintonia con l’essenza della vita.