In porto qualcosa si muove

Nel segno della continuità la Capitaneria autorizza l’ingresso in porto della MSC “Adelaide”

Mercoledì 6 dicembre le buone condizioni meteorologiche, solo sette nodi di  vento, hanno permesso l’ingresso in porto della nave porta container MSC Adelaide. Autorizzato dalla Capitaneria di porto, il cargo, con due piloti a suggerire la manovra al comando di bordo, ha attraversato il punto critico del canale di accesso alla darsena Toscana accompagnato da tre rimorchiatori portuali, ormeggiando intorno alle 9.30 all’accosto 15B del terminal Lorenzini. Lunga 300 metri, poco più di 48 di larghezza, con  una capacità di quasi 9.000 TEUS, è la sesta MSC che solca il porto labronico (dopo Judith, Vita, Meline, Agadir e Azov) e che entra in porto alle condizioni stabilite dall’Autorità marittima, in deroga alla regolamentazione portuale. Condizioni in termini di sicurezza che non limitano il traffico, anzi costituiscono un volano per lo sviluppo economico del porto. I 350 container movimentati sono la prova di un’ormai stabile e regolare linea di traffico commerciale con il Sudamerica.