Incontro con Mauro Gambini

di Rita Santuari

Una caratteristica di Livorno, oltre che per il sole e uno splendido mare, ha evidente e indiscutibile  un numero  di pittori che con animo artistico esprimono il loro sentire , la  loro voglia di raccontarsi e ci riescono  armati di tavolozze ,colori e pennelli. andando per mostre collettive  e personali e noi  andiamo  all’incontro con  il pittore  Mauro Gambini  che si racconta. Mauro  , quando è nata questa passione  per la pittura ? ”  Aldilà che il disegno mi ha sempre attratto , posso dire che è nata alla fine degli anni  novanta dopo averla praticata per relax e man mano cresceva dentro me  una certa consapevolezza  di aver bisogno di lei  per  potermi esprimere ,acquisendo nel contempo studi e  metodi  per realizzarla.”Hai frequentato  corsi, accademie o che altro ? ” Mi presentai al centro Luschi dove  alcuni insegnani ,diciamo  si presero cura di me  e così sono riuscito a delineare in modo più consapevole una visione più personale che mi rappresentava, tenendo conto che sono partito dal tradizionale. Con l’incontro  del maestro Riccardo Ruberti docente  di disegno ,che presa visione di un blocchetto di miei schizzi ,mi ha esortato a lasciare la vecchia pittura  per andare avanti verso  il percorso attuale.”  Guardando dentro le tue opere si trova del metafisico, del reale e surreale, fantastico, spazi  tra tavolozze narranti il sociale, l’intimistico e l’immediato . Che mi dici ? ” Credo di aver acquisito uno stile riconoscibile, la tela mi porta ad un ragionamento intimo , niente è dato al caso, il colore ed il segno scorrono  nella mente con fluidità ,a volte parto da una macchia, da una linea  che mi conducono  alla fine dell’opera  proprio per così come l’avevo intesa nel mio sub-conscio”   Mostre , riconoscimenti ,almeno i più significativi, dove e quando ? ” L’ultima collettiva di Toscana Arte ,  quella che si è svolta al Palazzo Orlando  dal 07  al  23  dicembre us.  che ha visto un folto pubblico e plauso dalla critica .,poi in Fortezza Nuova nel  2015  -mostra artisti livornesi ,- nel 2016 premio città di livorno  ricoscimento con targa ,poi  XXXIII  rassegna  FI., DA.PA. Sempre nel 2016  targa al premio Rotonda. Due personali  una   a  Montefoscoli  al Tempio  di Minerva Medico – e al Circolo dell’Accademia Navale  . altre collettive nei vari spazi  organizzati all’ass. ETRA . .Ultima ancora visitabile presso il Comune di Poggibonsi  dal 09- al 16 febbraio. ” Facciamo gli auguri a Mauro Gambini  che ci promette impegno e serietà d’artista. Noi gli crediamo
.