La Darsena Europa nella strategia del Governo

Il Ministro delle Infrastrutture e trasporti da’ forza e sostanza alla Darsena Europa.

Sostegno del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti per la realizzazione della Darsena Europa. Questa la promessa della Ministra delle Infrastrutture e Trasporti Paola De Micheli durante la presentazione del progetto preliminare della Darsena Europa del porto di Livorno in Fortezza Vecchia. Si è tenuta oggi, giovedì 28 novembre, la tavola rotonda durante la quale è stato presentato il progetto preliminare della Darsena Europa del porto di Livorno, organizzata dall’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale. Insieme alla Ministra De Micheli, il sindaco Luca Salvetti, Enrico Rossi Presidente della Regione Toscana, Stefano Corsini, Presidente AdSP, Giuseppe Tarzia Direttore Marittimo della Toscana, Riccardo Breda Presidente Camera di Commercio Maremma e Tirreno. Ad aprire i lavori Stefano Corsini, che ha illustrato il progetto della Darsena Europa composta da due grandi aree: una destinata a terminal per il traffico dei container, servita da un ramo ferroviario e l’altra destinata al traffico delle autostrade del mare e sarà utilizzata dalle navi merci e passeggeri e traghetti per le isole. Il costo complessivo dell’opera, che prevede anche la realizzazione di una piccola darsena fluviale in prossimità della foce dello Scolmatore dell’Arno, è di 1,3 miliardi di euro. Il costo della prima fase della Darsena Europa è di circa 870 milioni di euro, di cui 540 provenienti da fondi pubblici e 330 da investimento privato. “Il progetto della Darsena Europa cambierà l’aspetto del porto di Livorno e servirà a tutto il territorio toscano perché rafforzerà il lavoro– ha dichiarato la Ministra De Micheli- Il Ministero è disponibile per un affiancamento procedurale e per un sostegno economico che si unirà a quello della Regione Toscana. Livorno è il terzo porto in Italia e la sua importanza in ambito europeo è chiara al Ministero. 450 miliardi di merci che circolano nel Mediteranno devono trovare casa in Italia. Noi vogliamo negoziare con l’Europa, abbiamo bisogno di un rapporto alla pari. La Darsena Europa– ha concluso la De Micheli- è una sfida nell’ambito delle merci. E’ necessario avere la consapevolezza che a fianco di un grande investimento sulla movimentazione delle merci, arriverà un ulteriore investimento sulla filiera manifatturiera. Questo progetto è rappresentativo della nostra strategia complessiva del Paese”
Il sindaco Salvetti ha sottolineato l’importanza della giornata: “In queste ore sta accadendo qualcosa di significativo. Il porto è lo strumento per mettere Livorno in rapporto con il resto del mondo. La Darsena Europa è lo strumento essenziale ed è strategica per il sistema economico e logistico dell’intera regione. Il compito di un sindaco– ha proseguito Salvetti- è quello di creare occasioni istituzionali come quella di oggi, di lavorare a stretto contatto con la comunità portuale che proprio in queste ore sta dimostrando di voler superare con i fatti e non a parole, il clima conflittuale sopportato negli ultimi anni. Un sindaco poi deve impegnarsi per aprire la città al resto del mondo sia culturalmente che commercialmente ed è quello che stiamo facendo con le nostre esperienze a Cadice e in queste ore a Chengdu in Cina”.