Livorno virtuosa nei rifiuti

Raggiunta quota 65,9% di differenziata. Calo verticale dell’indifferenziato.
Nogarin: “Obiettivo raggiunto, ora puntiamo al 75% entro il 2021”

Conferenza stampa questa mattina relativa alla raccolta differenziata dei rifiuti nel Comune di Livorno, che a febbraio ha raggiunto quota 65,9%. Un incremento di quasi 17 punti percentuali rispetto al febbraio del 2018, quando la percentuale complessiva si era assestata al 49,04%.
Così il sindaco Nogarin:
“Da quindici giorni a questa parte, Livorno non è più fuorilegge per quanto riguarda la percentuale di raccolta differenziata dei rifiuti. In meno di due anni abbiamo fatto quello che si sarebbe dovuto fare nel 2012: portare la percentuale di raccolta in linea con quanto prescritto dall’Unione europea. Finalmente – ha proseguito il sindaco – siamo entrati nell’elenco delle amministrazioni virtuose e per questo io voglio ringraziare prima di tutto i cittadini di Livorno, che ogni giorno s’ impegnano per differenziare correttamente i rifiuti. Sono loro i principali attori di questo cambiamento. E poi un grazie ai lavoratori di Aamps che si sono saputi adattare a un modello nuovo dimostrando impegno e serietà”.

Per ringraziare la cittadinanza del risultato raggiunto, l’amministrazione ha deciso di avviare, insieme ad Aamps, una campagna di affissioni di 200 manifesti in tutta la città, che partirà lunedì 25 marzo

LA DIFFERENZIATA DIVENTA UN VALORE

Nel 2018 la produzione complessiva di rifiuti a Livorno è calata del 3,7% passando da 87.044 tonnellate a 83.841 tonnellate.
Crolla del 19,8% la produzione d’indifferenziato mentre aumenta il quantitativo di vetro e di plastica raccolto.