No al 5G

Il Comitato “5G No Grazie” è stato ricevuto dall’assessora all’ambiente Giovanna Cepparello: “Subito il Piano Comunale delle Antenne e applicazione del principio di maggiore cautela”

Questa mattina  giovedì 3 ottobre, l’assessore all’ambiente Giovanna Cepparello ha ricevuto a Palazzo Comunale i rappresentanti del Comitato “5G No Grazie”, promotori di una raccolta di firme contro l’installazione di impianti di telefonia mobile di ultima generazione basati sulla tecnologia 5G. La questione è di particolare rilevanza, in quanto proprio Livorno è una delle città italiane dove la tecnologia 5G è in fase di sperimentazione, sia pure limitatamente all’ambito portuale. La delegazione del Comitato ha illustrato all’assessore Cepparello gli studi e le ricerche che mettono in evidenza i rischi per la salute, provocati dall’esposizione ai campi elettromagnetici. In particolare, le perplessità suscitate da questa nuova tecnologia per le trasmissioni mobili. L’assessora ha detto che il 5G è oggetto di attenzione e valutazione da parte dell’Amministrazione comunale, come tutte le questioni che riguardano l’inquinamento elettromagnetico. Per questo, il Comune sta procedendo verso la definizione di un Piano Comunale delle Antenne, a partire da una precisa mappatura di tutti gli apparati di trasmissione esistenti. Quando il Comune si sarà dotato di un Piano delle Antenne, in ottemperanza alla legge 36/2001, potrà essere assicurato il corretto insediamento urbanistico e territoriale degli impianti, minimizzando l’esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici. L’assessore Cepparello ha infine ribadito, che è intenzione dell’Amministrazione comunale applicare il principio di maggiore cautela.